VALDINIEVOLE

Lunedì, 18 Marzo 2019 20:58

La ViVal Banca apre le porte alle Giornate del Fai

Una mostra con una selezione di opere dell'Accademia d'arte

MONTECATINI – La ViVal Banca accogli il Fai (Fondo ambiente italiano) con una mostra di grande spessore: “Accademia d'arte. Anteprima di una rinascita”, nella sede dell'istituto bancario a Montecatini.

La banca, infatti,  ha aderito alla 27ma edizione delle Giornate di Primavera del Fai, che sabato 23 e domenica 24 marzo apriranno le porte alla visita di 1.100 siti di grande valore storico e artistico disseminati in tutta Italia.

Visitando la mostra sarà possibile ammirare una selezione di opere dell'Accademia d'arte fondata a metà degli anni Sessanta dal prof. Dino Scalabrino, dal 2011 di proprietà della Fondazione del Credito della Valdinievole. La collezione dell'Accademia nel corso dei decenni si è arricchita di capolavori firmati da Chini, Annigoni, Guttuso e Viani, ma tanti altri artisti di fama internazionale hanno donato dipinti e sculture alla collezione che oggi ha oltre mille opere.

L'evento è stato presentato nella sede di ViVal Banca dal presidente dell'istituto di credito, Alessandro Belloni, insieme a Silvia Francalanci referente del Fai della Valdinievole e Valentino Pieri, presidente della Fondazione.

Si tratta di una tappa di avvicinamento all'apertura della nuova sede dell'Accademia a Villa Ortensia prevista per la primavera prossima, un'anteprima imperdibile. Il programma propone per sabato 23 un'apertura riservata agli iscritti Fai (o a chi si vuole iscrivere nell'occasione) con due visite guidate, una alle ore 16 e l'altra alle 17, a cura dei prof. Paolo Bellucci e la partecipazione straordinaria della signora Paola Chini, nipote del maestro Galileo Chini; domenica 23 l'apertura sarà libera dalle 9,30 alle 17,30 con visite guidate da parte dei volontari del Fai. Per i gruppi di visitatori in attesa del loro turno, è prevista la proiezione delle opere della Fondazione del Credito Valdinievole nella sala convegni di ViVai Banca.

La conferenza stampa è stata anche l'occasione per fare il punto dei lavori a Villa Ortensia. Il progetto dell'Accademia, compreso il recupero complessivo dell'ottocentesca Villa Ortensia, è stato finanziato e sostenuto da ViVal Banca. La villa, ha spiegato Pieri, sarà la sede permanente dell'Accademia che proporrà soluzioni molto innovative a partire dalla interattività del museo.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.