VALDINIEVOLE

Mercoledì, 06 Marzo 2019 16:54

ViVal Banca, al via la Borsa di studio “Jorio Vivarelli”

Nelle precedenti edizioni, 1500 iscritti, 72.000 euro erogati

MONTECATINI - Nella sala di presidenza di ViVal Banca è stata presentata la 11esima Borsa di Studio “Jorio Vivarelli”. Il Consiglio di amministrazione dell’Istituto, in collaborazione con “Fondazione Pistoiese Jorio Vivarelli”, continua a farsi promotore dell’iniziativa che nelle precedenti dieci edizioni ha totalizzato oltre 1.500 iscritti per un montepremi erogato complessivamente di 72.000 euro, segno tangibile dello stretto rapporto tra ViVal Banca e il territorio a cui si riferisce in questo caso attraverso il legame tra giovani e arte.

“Ancora una volta - sono state le parole di Alessandro Belloni, presidente di ViVal Banca - si rinnova la partnership del nostro Istituto con Fondazione Jorio Vivarelli per la Borsa di Studio che, da questa occasione, abbiamo allargato a tutti i comuni in cui è presente una Filiale di ViVal Banca e non più solo a quelli di Pistoia e Provincia: aumentano così le presenze e il prestigio di un’iniziativa che il Consiglio sostiene con entusiasmo, perché si rivolge ai giovani e quindi al nostro futuro: sono sicuro che gli elaborati testimonieranno come sempre la voglia di emergere delle ragazze e dei ragazzi”.

E sempre agli studenti si riferisce Stefano Sala, vice presidente di ViVal Banca: “Nel segno di Jorio Vivarelli, già socio onorario della Banca, rinnoviamo la collaborazione con la Fondazione per assecondare le inclinazioni artistiche e letterarie degli studenti, a cui faccio un sentito in bocca al lupo affinché possano esprimere le loro idee e la loro personalità nei lavori che presenteranno”.

La Borsa di Studio “Jorio Vivarelli” è riservata alle scuole secondarie di secondo grado situate nei Comuni in cui ViVal Banca è presente con una propria filiale (Altopascio, Bientina, Cascina, Fucecchio, Larciano, Massa e Cozzile, Monsummano Terme, Montecatini Terme, Pisa, Pistoia, Pontedera, Quarrata, Santa Maria a Monte, Serravalle Pistoiese): gli studenti e sono invitati a confrontarsi sul tema suggerito da una frase tratta dal libro “Il barone rampante” di Italo Calvino: “La disobbedienza acquista un senso solo quando diventa una disciplina morale più rigorosa e ardua di quella a cui si ribella”. 

Gli studenti potranno svolgere i propri lavori nei due ambiti nei quali si sviluppa la borsa di studio: letterario e artistico. L’importo complessivo deliberato ammonta a 6.000 euro e la commissione giudicatrice selezionerà i quindici migliori lavori pervenuti a cui verranno assegnate borse di studio così ripartite: 

1° Premio assegnato a tre (3) lavori da 650 euro ciascuno

2° Premio assegnato a tre (3) lavori da 300 euro ciascuno

3° Premio assegnato a tre (3) lavori da 200 euro ciascuno

4° Premio assegnato a tre (3) lavori da 150 euro ciascuno

5° Premio assegnato a tre (3) lavori da 100 euro ciascuno 

Il professor Ugo Poli, presidente della Fondazione Pistoiese “Jorio Vivarelli”, ha sottolineato la sinergia tra Banca e Fondazione per celebrare la figura dell’artista.

“Da settembre 2018 stiamo ricordando i dieci anni dalla scomparsa di Jorio Vivarelli con una serie di eventi in Toscana e anche all’estero, tra cui questo relativo alla Borsa di Studio ha senza dubbio un posto di rilievo a conferma del rapporto storico tra la Fondazione e ViVal Banca”.

La valutazione dei lavori spetterà alla commissione giudicatrice composta da un rappresentante di ViVal Banca, uno della Fondazione Pistoiese Jorio Vivarelli, da sei rappresentanti del corpo insegnanti e/o esperti di arte e fotografia, e sarà presieduta come al solito dall’architetto Negri.

“E’ un’edizione - ha detto Negri - ancor più ambiziosa per la scelta di allargare il bacino di rappresentanza nel nome di un’innovazione che guarda al futuro grazie ad una visione più ampia. Poi, trovo particolarmente interessante e stimolante il pensiero da cui gli studenti devono trarre spunto per i loro lavori”.

Oltre alle Borse di Studio di cui sopra, sono previsti contributi per ulteriori 1.800 euro riservati agli istituti scolastici in relazione ai risultati ottenuti dai propri studenti: il valore unitario di ogni “punto scuola” è pari a 30 euro. L’iscrizione è gratuita e scade il 15 aprile 2019: la consegna degli elaborati dovrà essere fatta non oltre il 15 maggio 2019, mentre i risultati saranno comunicati entro il 31 maggio 2019.

“Il montepremi erogato - ha dichiarato Andrea Rindi, direttore generale di ViVal Banca - sarà pari a 6.000 euro, di cui 1.800 da destinare agli istituti scolastici più virtuosi: noi crediamo molto sul valore formativo e meritorio della nostra Borsa di studio”.

Allargando il banco di rappresentanza, si attende una partecipazione ancora più folta e qualificata, come conferma Roberto Cresci, vice direttore generale di ViVal Banca.

“Nelle precedenti dieci edizioni abbiamo registrato oltre 1.500 partecipazioni, a testimonianza di un successo ribadito e crescente nel corso degli anni, ma il numero è destinato ovviamente a crescere sensibilmente con l’allargamento del territorio di riferimento”.

Bando, modulo d’iscrizione e tutta la documentazione relativa al concorso sono reperibili consultando il sito www.vivalbanca.bcc.it.

 

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.