VALDINIEVOLE

Martedì, 05 Febbraio 2019 15:28

Montecatini, dal Miur 74mila euro per il centro estivo 0-6

Con i fondi sarà possibile anche attivare la riduzione delle tariffe

MONTECATINI - Il Comune di Montecatini ha ricevuto oltre 74 mila euro dal Miur, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nell’ambito del progetto per l’utilizzo delle risorse assegnate dal Piano regionale di riparto del Fondo nazionale per il sistema integrato di educazione e istruzione (delibera Giunta Toscana 1223 dell’8 novembre 2018).

In totale l’ente ha ottenuto 74.044 euro così suddivisi: 16.947,90 euro per il sostegno della domanda di servizi per la prima infanzia (0-3 anni).

A loro volta ripartiti in: 4.300 euro per la riduzione delle tariffe pagate per la frequenza di servizi comunali, Centro estivo 0-6 Nido comunale Piattelli.

Buoni servizio-acquisto posti bambino per la frequenza di servizi accreditati: 12.647,90 euro 

Oltre 57mila euro per il sostegno della offerta di servizi per la prima infanzia (0-3 anni): 13.394 euro per l'estensione del numero dei posti disponibili nei servizi comunali; assunzione a tempo determinato educatore centro estivo comunale nido Piattelli, 43.702 euro.

“Tale destinazione delle risorse (in virtù della delibera della Giunta Comunale n. 11 del 25.01.2019) permetterà anche questa estate di attivare il centro estivo presso il nido comunale Piattelli per i bambini dai 12 mesi fino ai 6 anni di età per 6 settimane, nel periodo che va da lunedì 1° luglio a venerdì 9 agosto, con una riduzione delle tariffe rispetto a quelle già competitive, relative alla frequenza del nido comunale durante il normale anno educativo”, ha detto il vicesindaco Ennio Rucco annunciando la novità.

Le tariffe del nido estivo saranno di 200 euro per 4 settimane fino alle 17,30 anziché 290 euro fino alle 16 e 300 euro per 6 settimane.

L’assunzione di un educatore a tempo determinato invece permetterà per l’anno in corso di aumentare la ricettività del nido comunale di ulteriori 7 posti. L

a nuova lista d’attesa potrà esaurirsi grazie anche all’erogazione di buoni servizio alle famiglie che vorranno frequentare i nidi d’infanzia privati autorizzati, accreditati e convenzionati con il nostro Comune.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.