VALDINIEVOLE

Lunedì, 04 Febbraio 2019 13:10

Dopo l'incendio al deposito Copit, parla l'azienda

Principato: duro colpo. Grazie a vigili del fuoco e forze dell'ordine

LAMPORECCHIO - Dopo l'incendio al deposito di autobus del Copit a Lamporecchio che ha completamente distrutto otto mezzi, è arrivata la nota dell'azienda.

"Questo episodio è stato un duro colpo – afferma Antonio Principato, presidente di Copit – e la Questura ha già avviato gli accertamenti del caso per fare chiarezza su quanto avvenuto ed appurare se si è trattato di un evento incidentale o doloso".

Anche Federico Toscano, Amministratore Delegato di Copit è tornato sulla vicenda: "Perdere questi 8 mezzi ha messo inevitabilmente in crisi la programmazione del servizio per i giorni a venire. C’è da dire che oggi i cittadini hanno avuto un livello di servizio praticamente identico grazie all’aiuto che ci è arrivato dalle aziende dei territori limitrofi. Nel caso specifico l’emergenza è stata coperta da Cap di Prato grazie all’invio di mezzi propri che sono entrati in servizio già dalle prime ore di stamattina. Per i prossimi giorni, sono già stati avviati contatti anche con altre aziende a testimonianza che nel territorio si è creata una vera e propria rete a servizio delle esigenze di mobilità delle persone".

"Mi preme esprimere un sentito ringraziamento a norme dell’Azienda e mio personale – conclude Principato – ai Vigili del Fuoco, alle Forze dell’Ordine, alle autorità tutte ed ai cittadini per l’impegno e la collaborazione con cui è stato affrontato questo gravissimo evento. Un ringraziamento particolare va ai dipendenti Copit che dalle prime ore di domenica mattina si sono messi a disposizione dell’Azienda per affrontare l’emergenza e consentire di garantire la continuità del servizio". 

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.