VALDINIEVOLE

Domenica, 03 Febbraio 2019 11:28

Rogo deposito Copit partito dal motore di un bus?

E' la prima ricostruzione dei vigili del fuoco, le indagini continuano

LAMPORECCHIO - Non emergono situazioni che possono far pensare ad un atto doloso.

Non sembra esserci la mano dell'uomo quindi nell'incendio scoppiato alle 23 di ieri, sabato 2 febbraio, al deposito Copit in via Giuseppe Di Vittorio a Lamporecchio, e che ha distrutto otto mezzi dell'azienda. 

Da una prima ricostruzione dei vigili del fuoco, le fiamme sembrano essere partite da un cortocircuito al motore di un autobus. Parcheggiato di lato agli altri sette e che aveva terminato la corsa alle 16.

E la combustione al vano motore ha generato le fiamme. Che hanno coinvolto poi i pneumatici del mezzo e di quelli successivi, alimentate dal carburante degli otto serbatoi. 

L'area è sequestrata da stanotte, da quando le squadre dei Vigili del fuoco - Pistoia, Montecatini, Pescia ed Empoli - hanno domato il rogo che ricordiamo, ha distrutto otto mezzi della linea urbana ed extraurbana dell'azienda Copit. Che sarà costretta a ridimensionare le corse. 

Continuano le indagini delle forze dell'ordine.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.