Stampa questa pagina
Giovedì, 13 Dicembre 2018 15:35

Buggiano, svaligiano una casa: arrestati in strada

Già denunciati per ricettazione quattro giorni prima

BUGGIANO - I carabinieri del Norm di Montecatini hanno arrestato due cittadini albanesi, G.P., 26enne e F.D., 28enne, entrambi con vari precedenti di polizia a carico e senza fissa dimora che, nel cuore della scorsa notte avevano commesso un furto in un’abitazione di Buggiano.

I due, insieme ad un probabile complice che al momento dell’arresto si era già dileguato, dopo avere divelto l’inferriata di protezione di una finestra, sono entrati in un appartamento di via Pistoiese, nel quale i proprietari erano momentaneamente assenti, ed avevano rubato monili in oro, un orologio, profumi e 350 euro, che sono stati recuperati e restituiti al proprietario.

Dopo il furto sono stati bloccati nella stessa via mentre tentavano di dileguarsi a piedi.

I due, nella tarda serata di martedì, erano già stati sorpresi da due pattuglie, della stazione di Buggiano e del Norm, mentre stavano per salire, insieme ad un 31enne connazionale incensurato anch’egli senza fissa dimora, su una Fiat Tipo parcheggiata in via Livornese e rubata l’8 dicembre a Milano ad un 39enne di Bellano.

A bordo dell’auto i militari avevano trovato ricetrasmittenti, cellulari, arnesi da scasso, sciarpe, cappellini e passamontagna.

I carabinieri hanno quindi approfondito i loro accertamenti e recuperato, ottenendo la collaborazione di uno dei tre giovani, altra refurtiva custodita in una rimessa abbandonata nelle campagne di Buggiano, fra cui tre smartphone, una macchina fotografica completa di obiettivi professionali, due tablet, una go-pro, uno zaino e vari oggetti in oro.

Infine, sotto un vecchio container collocato in un campo prospiciente via Gramsci a Massa e Cozzile, sempre su indicazione di uno dei malviventi, i militari hanno recuperato una pistola per tiro sportivo calibro 22 sulla cui provenienza sono in corso accertamenti.

I tre erano stati denunciati per ricettazione e tutto il materiale del quale non è stato ancora possibile risalire ai proprietari, è tuttora sottoposto ad accertamenti.

Questa notte il colpo di scena, con l’arresto in flagranza di reato di due componenti del terzetto che si era evidentemente prefisso l’obiettivo di portare a segno comunque alcuni colpi nel territorio nonostante la denuncia subita e i contestuali “alert” del caso attivati da parte delle forze dei polizia.

I due arrestati sono stati trasferiti al carcere di Pistoia.

questo articolo è stato offerto da: