VALDINIEVOLE

Martedì, 04 Dicembre 2018 15:36

Dalla cioccolateria alla rosticceria in via Marruota

Sette nuovi negozi con il progetto Pop Up 

MONTECATINI - Festa patronale a Montecatini, ma festa anche per l'apertura di sette fondi da tempo sfitti che riapriranno ed andranno a rianimare il Sottoverga, vicino alla stazione ferroviaria.

Il taglio del nastro dei sette fondi sfitti, in via Marruota, c'è stato stamani. Hanno partecipato l'assessore alla sicurezza della Toscana, Vittorio Bugli,, e il vicesindaco Ennio Rucco con l'assessore alle attività produttive Helga Bracali.

Tra i selezionati c'è una cioccolateria specializzata in produzioni con cacao nobili e biologici (Maionchi Cioccolato Lucca 1583), un negozio di abbigliamento di maglia artigianale per uomo (La bottega degli artigiani della maglieria) e una piccola officina che nasce dalla passione per il design eco-sostenibile unito all'artigianato innovativo e al recupero di vecchi oggetti e mobili abbandonati (Io Riciclo).

C'è "Lo Spazio Bianco", un luogo dove diversità culturali, sociali, etniche e psicofisiche di incontrano con l'obiettivo di rigenerare il quartiere, c'è "Tua e Mia", negozio di abbigliamento donna con un occhio alle taglie morbide ed oggetti per decorare la casa (magari in stile natalizio).

C'è pur un team di grafici e social media manager pronti a rivoluzionare l'immagine dei propri clienti (Graphic Design) e una pizzeria a taglio e rosticceria (Rusty).

La via è stata per l'occasione addobbata anche con una luminaria e per tutto il giorno si alterneranno animazioni.

"Quando abbiamo chiesto alla Regione di credere con noi in questo progetto - dice il vice sindaco Rucco - volevamo offrire alla città un'occasione di rilancio di una zona strategica e con grandi potenzialità. Grazie ai proprietari dei fondi che hanno voluto aderire e alle tante proposte di attività che sono arrivate, siamo sicuri che questo sia solo l'inizio di un processo di rivitalizzazione che parte da via Marruota ma che farà bene a tutta la città".

La festa di stamani è stata l'occasione anche per un primo giro tra i fondi ora tornati a nuova vita. La sperimentazione proseguirà fino al 10 marzo. La speranza è che più di una di queste realtà possa rimanere aperta anche in seguito.

Numerose sono state le proposte giunte in questi mesi al Comune e non tutte, per mancanza di offerte di fondi, hanno potuto trovare spazio.

 

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.