VALDINIEVOLE

Lunedì, 26 Novembre 2018 11:24

Pescia, via le barriere architettoniche in via Amendola

Lavori per 220mila euro partono dopo Natale

PESCIA - I lavori partiranno dopo Natale, e aggiungeranno un altro importante tassello alla volontà dell’amministrazione comunale guidata da Oreste Giurlani di abbattere barriere architettoniche e ostacoli per la piena sicurezza degli spostamenti di tutti nell’intero territorio comunale di Pescia. Dopo i vari passaggi pedonali protetti, dopo le varie scuole dotate di passerelle per disabili e , in generale, dopo tanti interventi che mirano a semplificare la mobilità di chi si trova a spingere una carrozzina o a spostarsi su una sedia a rotelle, arriva ora il progetto di riqualificazione di via Amendola, nel centro di Pescia.

L’intervento, che ha ricevuto un finanziamento regionale in virtù della sua efficacia per il miglioramento della mobilità e sicurezza dei pedoni, in modo particolare per chi ha difficoltà di spostamento, prevede lavori per 220mila euro. Verranno infatti abbattute le barriere architettoniche della strada verso i giardini Matteotti, rifatta l’illuminazione per una visibilità ottimale, rifatto il marciapiede fino alla sede dell’Aci e installata una ringhiera protettiva che in pratica consentirà a tutti di raggiungere l’ex-Mercato dei Fiori, che sta per essere trasformato con una notevole pianificazione essenzialmente destinata ai giovani, e il centro della città e viceversa, in piena sicurezza e anche con una certa velocità.

“Questo è un progetto importante perché elimina qualche barriera esistente e migliora decisamente lo spostamento pedonale all’interno del centro, collegando zone che sono molto utilizzate- dice il sindaco Oreste Giurlani-. La Regione Toscana ci ha concesso un rilevante finanziamento su questa opera proprio perché si interviene in modo sostanziale sugli aspetti della mobilità e alla fine di questi lavori Pescia sarà ancora più sicura e libera, specialmente per chi ha problemi per muoversi perché deve spingere un passeggino o girare su una carrozzina. Dopo questo intervento proseguiremo in questa direzione con altre operazioni analoghe, per migliorare sempre più la fruizione della città e dei suoi servizi per tutti”.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.