Stampa questa pagina
Giovedì, 15 Novembre 2018 11:23

Sindacati e studenti insieme per la sicurezza nelle scuole

L'Istituto Marchi L'Istituto Marchi

Mobilitazione domani davanti al Marchi di Pescia

PESCIA – Sindacati e studenti replicano l'iniziativa fatta la settimana scorsa all'Istituto Pacini a Pistoia. Questa volta la mobilitazione si sposta a Pescia. Ancora una volta di fronte a una scuola. Le Organizzazioni sindacali territoriali, la RSU della Provincia di Pistoia, la Flc Cgil, la Cisl Scuola e la Federazione degli studenti di Pistoia e Valdinievole hanno infatti organizzato una mobilitazione con volantinaggio per venerdì 16 novembre alle ore 12,55 presso l'istituto scolastico Marchi di Pescia. L'obbiettivo è quello di “chiedere con forza al Governo che vengano reintegrate le risorse mancanti sul comparto delle Province”.

La situazione delle scuole in provincia sono segnate da una comune linea rossa: la mancanza di fondi per la loro messa in sicurezza. E' della scorsa settimana l'evacuazione di una sede dell'Istituto alberghiero a Montecatini (per caduta calcinacci); a Pistoia (ancora per il dissesto di un soffitto, per una pallonata che ne ha mandato in tilt la tenuta) è stata chiusa la palestra dell'Auditorium. Elementi che emergono in un tessuto che non tiene e che fa acqua in parecchi altri contesti. Comune denominatore: la mancanza dei fondi legata alla perenne incertezza delle casse della Provincia.

Da qui la protesta di lavoratori e studenti. “I cittadini – scrivono gli organizzatori – hanno diritto alla sicurezza delle strade, degli edifici scolastici, ad adeguato servizio di trasporto pubblico locale a tutti gli studenti e ad una programmazione adeguata della rete scolastica di istruzione superiore, con maggiore attenzione agli studenti disabili ossia i cittadini hanno diritto ai servizi pubblici per cui pagano le tasse”!

Una parola d'ordine su cui viene chiesto il coinvolgimento di “tutti gli ambiti della nostra società: i politici, i lavoratori e i loro sindacati, gli studenti, i genitori, le aziende ossia tutta la cittadinanza sui cui ricade la mancanza dei servizi e a cui chiediamo di unirsi alla nostra

battaglia”.

L'appuntamento è per domani, davanti all'Istituto Marchi di Pescia.

questo articolo è stato offerto da: