Stampa questa pagina
Lunedì, 12 Novembre 2018 22:42

Assassinio di Pisa, fermato un giovane di Chiesina Uzzanese

Giuseppe Marchesano Giuseppe Marchesano

Fermato dopo un lungo interrogatorio. I due si conoscevano bene

PISA – Potrebbero partire da Chiesina Uzzanese le tracce che portano all'omicidio di Giuseppe Marchesano, il giovane 27enne ucciso a colpi di pistola a Castel del Bosco sabato scorso. Gli inquirenti hanno infatti fermato un giovane coetaneo dalla vittima che risiede a Chiesina Uzzanese, Denny Scotto. Per lui l'accusa è pesantissima: omicidio volontario.

Potrebbe essere infatti proprio il giovane valdinievolino l'autore del delitto. Di questo sono convinti i magistrati che lo hanno arrestato dopo un lungo interrogatorio.

"Le indicazioni arrivate dalla famiglia della vittima - ha detto il Procuratore pisano Alessandro Crini - ci hanno indirizzato a lui, che ha negato ogni addebito. Ma riteniamo di aver raccolto indizi sufficienti a giustificare il provvedimento".

"Il legame tra l'indagato e Marchesano sarebbe da riferire a una vecchia amicizia che parrebbe essersi diradata negli ultimi tempi - ha anche detto il magistrato -. Stiamo facendo altri accertamenti per circostanziare il movente del delitto".

Le indagini insomma avrebbero individuato elementi che inchiodano l'amico, che fra l'altro sarebbe caduto in alcune contraddizioni che smonterebbero il suo alibi.

Il ragazzo di Chiesina nega ogni addebito, dalle indagini è emerso però che la sua auto (lo dimostrano le tracce rimaste in alcune telecamere di sorveglianza) si trovava nelle ore del delitto in una zona vicina a Castel del Bosco. Perché? Il 27enne fermato non ha saputo spiegarlo.

Inoltre a casa sua è stata trovata una pistola che potrebbe essere compatibile con quella che ha sparata alla testa ed alle gambe di Giuseppe Marchesano. Le prossime ore saranno decisive per avere più elementi di chiarezza. Certo è che il giovane ucciso conosceva bene il suo assassino, tanto da farlo entrare senza problemi in casa. Gli elementi di prova, le indagini della scientifica, gli interrogatori alla ricerca di un movente e le prossime prove balistiche toglieranno ogni dubbio su questo drammatico assassinio. (m.d.)

questo articolo è stato offerto da: