VALDINIEVOLE

Lunedì, 22 Ottobre 2018 12:54

Monsummano, ha un malore e chiama i carabinieri: salvo

I militari hanno rotto il vetro della finestra salvando così il 48enne

MONSUMMANO - I carabinieri hanno corso contro il tempo.

E' successo ieri sera, domenica 21 ottobre, quando l'intervento dei militari ha salvato la vita a un uomo di 48 anni.

La telefonata alla centrale operativa del 112 era stata fatta da un uomo stanco, con una voce flebile, che non riusciva, colpito da malore, a dire esattamente cosa gli stava capitando all'operatore. 

E così la centrale ha allertato l'equipaggio del Nord di Montecatini. La chiamata veniva da via Salutati, a Monsummano. 

L’operatore ha lasciato la comunicazione aperta e ha immediatamente allertato un equipaggio in servizio sul territorio individuando nel contempo l’intestatario dell’utenza, con la collaborazione del gestore telefonico, che però risultava essere un familiare registrato con una vecchia residenza a Firenze.

Fortunatamente, prima di perdere i sensi, il 48enne è riuscito a fornire il nome della via dove si trovava e tanto è bastato perché i carabinieri raggiungessero la sua casa in via Salutati.

Dopo avere scavalcato la recinzione hanno visto da una finestra l’uomo che, sdraiato sul pavimento, era in preda ad una grave crisi epilettica che rischiava di soffocarlo.

Allertato il 118, i militari si sono introdotti in casa rompendo il vetro di una finestra e lo hanno soccorso posizionandolo in modo tale da favorirne la respirazione, in attesa dell’arrivo dei sanitari che lo hanno prima stabilizzato e poi a trasferito all’ospedale di Pescia dove è stato ricoverato.

Con l’aiuto dei vicini del 48enne sono stati individuati ed avvisati i familiari che lo hanno raggiunto all’ospedale.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.