VALDINIEVOLE

Mercoledì, 03 Ottobre 2018 12:04

Monsummano, come difendersi dalle truffe dei falsi tecnici

Un incontro al Centro Sociale Auser venerdì

MONSUMMANO - Si presentano alla porta fingendosi addetti del gestore idrico o di altre aziende di servizi pubblici, spesso con la scusa di un’emergenza che in realtà non esiste. Il loro obiettivo è approfittarsi della buona fede del padrone di casa, per poi farsi consegnare contanti o beni di valore. Dietro ai modi gentili si nasconde però una truffa, la maggior parte delle volte perpetrata nei confronti di persone anziane e sole. Come ogni anno, i tentativi di raggiro dei falsi addetti si intensificano durante i mesi estivi, ma nel complesso il fenomeno sembra in costante aumento.

Acque SpA non perde occasione per ricordare come i propri addetti non effettuino sopralluoghi all’interno delle case, né per controllare la qualità dell’acqua, né per verificare il funzionamento dell’impianto interno, né per qualsiasi altro motivo. Tuttavia, per rafforzare questo concetto, il gestore idrico del Basso Valdarno e della Valdinievole ha deciso di proseguire anche nel 2018 la positiva esperienza di “Acque non bussa alla porta”, campagna informativa con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulle truffe dei falsi addetti. Per farlo, Acque SpA ha organizzato un ciclo di incontri pubblici, aperti alla cittadinanza per spiegare semplici regole di comportamento utili a scoraggiare i tentativi di truffa e ad essere diffuse grazie al passaparola tra i cittadini.

Dopo gli ultimi incontri, nei giorni scorsi, a Pontedera, San Miniato ed Empoli, la campagna fa ora tappa a Monsummano Terme. All’incontro, in programma per venerdì 5 ottobre alle 16, presso il Centro Sociale - Sala Auser (via Mameli 118/D), interverranno tra gli altri Rinaldo Vanni, sindaco di Monsummano, l’assessore Andrea Mariotti e Giancarlo Faenzi, vicepresidente di Acque. Pieno sostegno all’iniziativa è stato dato dai sindacati pensionati di Cgil, Cisl e Uil. L’obiettivo degli organizzatori, oltre ad informare, è quello di coinvolgere il maggior numero di cittadini favorendo il confronto diretto e lo scambio di opinioni, anche attraverso le domande del pubblico.

 

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.