VALDINIEVOLE

Mercoledì, 26 Settembre 2018 09:53

Incendio a Pieve a Nievole, nessuna contaminazione

I dati di Arpat: scuole sicure

PIEVE A NIEVOLE - Arrivano i risultati di Arpat dopo l’incendio scoppiato lunedì 17 settembre in via Leonardo da Vinci a Pieve a Nievole e che ha distrutto una serra (al suo interno anche fitofarmaci): nessuna contaminazione da diossine.

Nessuna contaminazione da diossine anche nelle scuole elementari Leonardo da Vinci e Falcone Borsellino (che sono a un centinaio di metri dalla serra andata alle fiamme).

Arpat ha ritenuto infatti necessario, a scopo precauzionale, considerando che il rogo aveva interessato dei contenitori di prodotti fitosanitari, eseguire campionamenti di polveri su alcuni davanzali esterni e su alcuni banchi interni alle scuole per la rilevazione dei parametri diossine e fitofarmaci.

Sono state campionate anche le foglie di un albero presente nel parco giochi della scuola materna per la determinazione della quantità di diossine presenti sulle superfici.

I risultati.

Tutti i campioni evidenziano una deposizione di diossine ampiamente inferiore a quelle ritenute ammissibili nel periodo di un mese e inferiore anche al valore limite previsto dal medesimo riferimento per la media giornaliera annua (0,008 ng I-TEQ/m2), sia all’interno della scuola materna che sul davanzale della elementare più prossimo all’incendio.

Nessuna contaminazione da diossine è stata quantificata anche nel campione di foglie prelevate al parco giochi della scuola. I risultati analitici sono stati trasmessi venerdì 21 settembre nel tardo pomeriggio alla Amministrazione Comunale e Alla Asl.

Sulla base della relazione prodotta, lo stesso giorno, la Asl ha comunicato al Sindaco di Pieve a Nievole che non erano necessari provvedimenti successivi alla ordinanza adottata che scadeva venerdì stesso.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.