VALDINIEVOLE

Giovedì, 13 Settembre 2018 15:39

Al via il Festival della Salute a Montecatini Terme

Oltre cento eventi tra convegni, workshop e laboratori 

MONTECATINI TERME - Si apre venerdì 21 settembre l’undicesima edizione del Festival della Salute, in programma alle Terme Tettuccio di Montecatini fino a domenica 23 e dedicato quest’anno a “Prevenzione, Cura e Benessere”. Un lungo weekend con oltre cento eventi tra convegni, workshop e laboratori per raccontare la salute e il benessere in tutte le loro sfaccettature: vastissimo il programma che prevede, tra le altre cose, approfondimenti sulle dipendenze, convegni e dibattiti su alimentazione e sport, ma anche solidarietà, vaccini, trapianti e lotta ai tumori.

Il Festival – organizzato da Best Solution Group, con il sostegno della Regione Toscana, il Comune di Montecatini e la Società della Salute della Valdinievole – ha ottenuto un successo crescente nel corso degli anni, registrando nella passata edizione 50.000 presenze. Un pubblico attratto, oltre che da un programma ricchissimo che tocca molteplici temi, anche dalla possibilità di effettuare oltre venti tipologie di screening gratuiti - posturali, oculistici, audiometrici, cardiovascolari, diabetici per citarne solo alcuni - con professionisti certificati. Sono infatti 25 le associazioni scientifiche che, durante la tre giorni, forniranno consulenze gratuite ai visitatori.

“Questo è l’undicesimo anno che il Festival della Salute viene ospitato in Toscana. – commenta Stefania Saccardi, assessore alla salute della Regione Toscana - Segno di una felice sintonia tra le strategie di politica sanitaria della nostra Regione e i temi conduttori del Festival. Anche quest’anno gli incontri spaziano dagli argomenti di salute a quelli del sociale a quelli di sport, e in quanto assessore al diritto alla salute, al sociale e allo sport di questa Regione non posso che rallegrarmi di questo. Si parlerà di prevenzione, lotta alle dipendenze, vaccini, trapianti, lotta ai tumori, tutti temi su cui la Toscana è fortemente impegnata con iniziative concrete e scelte all’avanguardia. E, come sempre, tante iniziative coinvolgono gli studenti, i ragazzi, quindi con una valenza fortemente educativa”.

L’apertura del Festival è affidata, venerdì alle ore 9, alla presentazione del libro di Piero Cipriano “Basaglia e le metamorfosi della psichiatria”, che racconta la storia della psichiatria nei quattro decenni trascorsi dall’approvazione, nel 1978, della Legge 180 - nota come Legge Basaglia. Sarà presente l’autore, che converserà assieme a Vito D’Anza, Psichiatra Portavoce del Forum nazionale Salute Mentale. Segue un ricchissimo programma dedicato alle scuole medie inferiori e superiori, con 16 incontri che spaziano dall’alimentazione alla prevenzione, dai vaccini allo sport, dalle patologie alle dipendenze.

Tra i vari interventi si segnala quello dedicato alle ludopatie, “L’ultima scommessa è non scommettere” a cura dello psicologo Michele Carrozzini. Un tema di strettissima attualità: uno studio recente (Osservatorio Young Millennials Monitor di Nomisma, 2017) su un campione di 11mila giovani tra gli 11 e 19 anni ha infatti rivelato che un minore su due è tentato dalle scommesse, ma solo il 17% ne avverte effettivamente la componente di rischio o dipendenza. E ancora focus sulla nomofobia, o sindrome da disconnessione, nell’incontro dal titolo “La nomofobia: smartphone e social network nella comunicazione giovanile” con Silvia Pratali, psicologa e psicoterapeuta.

Altro tema alla ribalta delle cronache odierne: secondo l'ente di ricerca britannico Yougov, più di 6 ragazzi su 10 tra i 18 e i 29 anni vanno a letto in compagnia dello smartphone, e oltre la metà degli utenti di telefonia mobile (53%) tendono a manifestare stati d'ansia quando rimangono a corto di batteria, di credito o senza copertura di rete. Grande importanza sarà data anche al cyberbullismo, ai vaccini, alla sessualità e alla prevenzione attraverso l’alimentazione e la dieta mediterranea.

Novità di questa edizione il laboratorio “Ti porto l’orto”, con il quale verrà spiegata ai più giovani l’importanza del consumo di frutta e verdura e sarà possibile costruire un orto in cassone da ‘portarsi’ a scuola e far vivere tutto l’anno. Alle ore 17.30 di venerdì l’inaugurazione ufficiale del Festival, alla presenza dell’assessore alla salute della Regione Toscana Stefania Saccardi, del Sindaco di Montecatini Terme e di Riccardo Franchi, Presidente della Società della Salute della Valdinievole: a seguire il convegno “La salute sostenibile: 40 anni di SSN e il futuro della sanità”.

Sabato 22 settembre sarà invece la giornata dedicata alle famiglie, alla terza e alla quarta età, con incontri su prevenzione e allenamento fisico e mentale degli anziani, ma anche momenti dedicati all’alimentazione come alleato di una vita più lunga e più sana. Da segnalare lo show cooking di Riccardo Facchini, cuoco della trasmissione Rai “La Prova del Cuoco”, che effettuerà all’interno del Festival il casting per la nuova stagione. Sempre sabato il focus sul tema attualissimo della medicina narrativa e l’importanza del racconto dell'esperienza personale di chi vive la malattia e di chi assiste il malato (il caregiver). Se ne parlerà con Paolo Trenta, Presidente dell’Osservatorio di Medicina Narrativa Italia raccontando i risultati di “Viverla tutta”: campagna di impegno sociale promossa da Pfizer fin dal 2011, che dà voce alle storie di malattia e ai loro protagonisti, per riconoscere il valore di queste testimonianze di vita, sia sotto il profilo sociale, sia sotto il profilo terapeutico.

Novità di quest’anno è anche il “Camper della salute” di LloydsFarmacia, dove - nelle giornate di sabato e domenica - il pubblico del Festival potrà effettuare analisi della pelle gratuita, ricevere informazioni su diversi temi in ambito di salute e benessere e tanti omaggi. Alle 16 appuntamento imperdibile per i più piccoli, con la magia delle Winx in versione ‘salutista’. Ultimo appuntamento della giornata alle 17.30 con la presentazione del libro “Sangue Infetto”, con il giornalista e scrittore Michele De Lucia – autore del libro – e Mina Welby, Co-presidente dell’Associazione Luca Coscioni. Domenica 23 settembre sarà la giornata del donatore, con vari eventi e iniziative volte a sensibilizzare il grande pubblico sul tema della donazione degli organi e dei tessuti, tra cui la passeggiata in bicicletta nel parco delle Terme Tettuccio a cura di Aido, Adisco, Associazione Donne Medico e Vite Onlus.

Spazio anche allo sport con l’iniziativa “Lo sport per tutti… alle Terme” a cura di Uisp Pistoia e del Comune di Montecatini Terme, giunta ormai al terzo anno. Tutta la cittadinanza potrà – gratuitamente e in assoluta libertà – accedere alle varie postazioni sportive che, per l’occasione, saranno allestite all’interno dello stabilimento termale. I visitatori interessati potranno assistere a esibizioni e spettacoli sportivi e cimentarsi con alcune delle discipline olimpiche e paraolimpiche presenti: danza, ginnastica artistica, tiro a segno, atletica, arti marziali, bocce e tante altre ancora.

Il Festival si concluderà domenica 23 settembre con la seconda edizione del premio “Comunicare la Salute”. Ospiti di quest’anno: Medici Senza Frontiere, Onlus presente in tutto il mondo per salvare vite umane e denunciare i contesti in cui lavora; Pietro Bartolo, medico di Lampedusa, che dal 1992 si occupa delle prime visite a tutti i migranti che sbarcano nell’isola e di coloro che soggiornano nel centro di accoglienza e Lidia Tilotta, giornalista del TGR, autori a quattro mani del libro “Lacrime di sale” edito nel 2016 da Mondadori; Michele de Luca, direttore del Centro di medicina rigenerativa “Stefano Ferrari” dell’Università di Modena e Reggio, divenuto famoso a livello mondiale per aver guarito grazie alla sua ricerca sulle cellule staminali un bambino siriano, il “bambino farfalla” affetto da epidermiolisi bollosa e Anna Mei, ciclista di fama internazionale detentrice di svariati record di permanenza su pista e testimonial dei “bambini farfalla”; la campionessa di ciclismo Edita Pucinskaite e la testimonial di AVIS Laura Montesano.

Nell’ambito del Festival saranno visitabili anche tre mostre: “Psicoattivo”, mostra multimediale per l’educazione sulle sostanze d’abuso e la prevenzione delle dipendenze, a cura di Marcello Turconi, esperto in neuroscienze; “Il Dono: la Cultura della Scelta” organizzata da AIDO e dedicata al valore della donazione; “Istantanee di 180. Racconti a 40 anni dalla chiusura dei manicomi”, che inaugura sabato 22 alle 17.00 alla presenza del fotografo Giacomo Doni, dedicata al quarantesimo anniversario della Legge Basaglia.

Tutti gli eventi del Festival della Salute sono gratuiti e a ingresso libero fino ad esaurimento posti.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.