VALDINIEVOLE

Venerdì, 29 Giugno 2018 10:52

La guerra in una mostra al Mac,n di Monsummano

Tra gli artisti ospitati c'è anche Renato Guttuso

MONSUMMANO - Dopo il Premio Internazionale d'Incisione 2017 e la mostra sulle opere dell'astrattista Ferdinando Chevrier, durante la lunga estate monsummanese, al Mac,n sarà possibile ammirare importanti opere appartenenti alla collezione museale, arricchita di artisti importanti come Renato Guttuso.

“Dinamiche interne: percorsi visivi nella collezione civica”: questo il titolo della mostra, a cura di Paola Cassinelli, che a partire dal primo luglio il Museo d’Arte Contemporanea e del Novecento di Monsummano Terme si proporrà ai visitatori fino al 2 settembre 2018.

Nella sala centrale del primo piano saranno esposti dipinti e incisioni che propongono il tema della guerra: le atrocità, le barbarie, ma anche la violenza gratuita, che poteva essere confusa con gesti di brutale assassinio come mostrano le tre serigrafie di Renato Guttuso: Pistola alla tempia, Disperazione, Gruppo di Crivellati esposte per la prima volta al Mac,n.

Tre opere di grande drammaticità che si confronteranno con Italia ‘44 di Vasco Melani, la peculiare donazione di pannelli e tele di Cesare Vagarini, i disegni di Vinicio Berti e il grande e simbolico lavoro di Flavio Bartolozzi.

Nelle sale attigue verrà proposta a confronto l’arte astratta e quella figurativa seguendo il tema della religione e della laicità del mondo moderno. In queste sale sarà possibile vedere la Solitudine di Pietro Annigoni o l’Ultima cena in xilografia di Vinicio Venturi, contrapposte alla Passione di Alberto Moretti o alle Quattro forze della natura di Hsiao Chin.

Anna Scotti è un'altra proposta inedita della collezione del museo che riesce a meravigliare con i suoi affascinanti paesaggi materici.

Il tema attualissimo e scottante dell'immigrazione viene presentato dall'artista greco Yorgos Giotsas con un'installazione che raccoglie i momenti drammatici del viaggio dei profughi, opera tornata in collezione dopo la mostra, curata da Paola Cassinelli, al Museo italo-americano di New York svoltasi da settembre a novembre 2017.

All’ingresso verrà consegnata una scheda che permetterà al visitatore di seguire il percorso. La mostra, ad ingresso gratuito, sarà visitabile con i seguenti orari: lunedì, giovedì e venerdì 16-19; mercoledì 9,30-12,30; sabato e domenica 9,30-12,30 / 16-19; chiuso il martedì e il 15 agosto.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.