VALDINIEVOLE
Giovedì, 14 Giugno 2018 16:26

Sanità, si potenzia ancora il territorio della Valdinievole

In arrivo nuovi posti letto e prestazioni specialistiche

LAMPORECCHIO - In arrivo nuove prestazioni specialistiche e ulteriori posti letto di cure intermedie per potenziare ancora il territorio della Valdinievole. Lo ha annunciato stamattina il Direttore generale Paolo Morello Marchese insieme al Direttore sanitario Emanuele Gori e al Direttore dello staff della direzione aziendale, Valerio Mari, nel corso della visita alla Casa della Salute di Lamporecchio dove ha incontrato oltre agli operatori i Medici di Medicina Generale.

È stata un’occasione importante per approfondire le motivazioni per le quali, ancora oggi, a nove anni dalla sua nascita, la struttura rappresenta un punto di riferimento, un modello organizzativo di integrazione anche con le Associazioni, poi ripreso dalle altre Case della Salute della Valdinievole, che vede il costante gradimento di cittadini e operatori: è stato uno dei primi esempi a livello regionale ed il primo nella realtà locale.

Alla visita erano presenti anche il Sindaco e il Vicesindaco di Lamporecchio, Alessio Torrigiani e Daniele Tronci, il presidente e il direttore della Società della Salute della Valdinevole, Pier Luigi Galligani e Claudio Bartolini, i presidenti delle Associazioni Croce Verde e Avis Giovanni Setzu e Giancarlo Palamidessi, il direttore dell’area assistenza sanitaria territoriale continuità Marco Bonini e il Medico di Famiglia e coordinatore dell’AFT – Aggregazione Funzionale Territoriale- di Monsummano, Lamporecchio e Larciano Fausto Amorini.

Morello ha definito la Casa della Salute un’eccellente esperienza di integrazione al quale partecipano tutti i professionisti e dove i Medici di Medicina Generale rappresentano un valore aggiunto nell’erogare le cure primarie ai cittadini. Ed è proprio nell’ottica di dare ai Medici maggiori strumenti per le diagnosi e le cure ai loro pazienti che le attuali prestazioni specialistiche saranno implementate con la presenza di un radiologo e di un cardiologo e di ulteriori esami ecografici ed inoltre si aggiungono 8 posti letto di cure intermedie agli attuali 12 già operativi anche per il ricovero di pazienti affetti da Alzheimer.

L’Azienda intende quindi sviluppare un’efficace rete di servizi, alternativi e complementari al ricovero ospedaliero, a disposizione dei Medici di Medicina Generale della Valdinievole. Sono complessivamente otto quelli presenti nella Casa della Salute di Lamporecchio: oltre ad Amorini i dottori Massimo Cecchi, Tommaso Rubino, Anna Trassi, Massimo Verdiani, Daria Barriera, Paolo Monti e la pediatra Laura Matteucci.

“Gli artefici della realizzazione della Casa della Salute di Lamporecchio – ha dichiarato Claudio Bartolini, Direttore della Zona Distretto della Valdinevole e della Società della Salute - sono stati in primo luogo l’amministrazione comunale, che ha concesso in uso gratuito la struttura, e i Medici di Medicina Generale che si sono sempre attivati per realizzare il progetto . Ma non deve essere dimenticata la Croce Verde che ha costantemente dato il proprio contributo e infine l’Asl, prima, e poi la Società della Salute della Valdinievole. La struttura rappresenta un reale collegamento tra ospedale e territorio ed è nel suo insieme molto apprezzata dalla popolazione ed in particolare da coloro che hanno aspetti legati alla cronicità e che trovano percorsi assistenziali di facile accesso”.

La Casa della Salute di Lamporecchio è aperta 24 ore al giorno per tutti i giorni dell’anno, compresi i festivi. Nella struttura sono presenti i principali servizi sanitari di pertinenza territoriale. Vi operano infatti, oltre ai medici di famiglia, il Pediatra di libera scelta, gli specialisti (urologo, ginecologo, cardiologo, otorinolaringoiatra, radiologo, endocrinologo) e i medici della Continuità Assistenziale. Al suo interno si trova un ambulatorio infermieristico, le attività consultoriali materno infantili (ginecologo, ostetrica), il servizio di assistenza sociale, le attività amministrative principali relative alla scelta/revoca del medico, al rilascio delle esenzioni per patologia e alle attività di prenotazione CUP per specialistica e diagnostica. A questi servizi si aggiungono le attività vaccinazione per l’infanzia. Fondamentale la presenza anche del servizio di Emergenza 118 con una postazione di Automedica e un punto di primo soccorso che garantisce interventi urgenti oltre a quelli comunemente effettuabili con la sola presenza del servizio di Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica). In pratica anche di notte sono sempre presenti due medici, un infermiere ed un volontario che effettuano il “primo soccorso”.

I professionisti hanno a disposizione apparecchiature tecnologiche che facilitano le attività di tipo diagnostico di base, favorendo così anche lo sviluppo di iniziative rivolte alla presa in carico della cronicità (Ipertensione Arteriosa, Scompenso Cardiaco, Diabete Mellito, BPCO, ecc…).

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Festa PD Santomato