VALDINIEVOLE
Sabato, 09 Giugno 2018 08:24

Al via il progetto “Il nostro territorio ci sta a cuore”

Iniziativa di Banca di Pescia e Cascina e del Comune 

BUGGIANO - Cinquemila euro al progetto che riceverà più click. È l’iniziativa ideata da Banca di Pescia e Cascina Credito Cooperativo e dal Comune di Buggiano per contribuire a migliorare la qualità del territorio e dei suoi abitanti.

Il concorso, che in passato è già stato sperimentato con successo in altri territori dove la Banca ha le proprie filiali, si chiama “Il nostro territorio ci sta a cuore” e terminerà il 30 settembre. Banca di Pescia e Cascina ha deciso di limitare le opzioni a quattro possibili interventi e di richiederne la preferenza ai propri concittadini, siano essi clienti oppure no della Banca.

Chiunque quindi potrà partecipare attivamente alla selezione e decidere quale sarà l’intervento da realizzare. Sul sito sceglitu.bancadipesciaecascina.it e bancadipesciaecascina.it sarà possibile con pochi semplici passi visualizzare gli interventi disponibili e decidere di esprimere la propria preferenza con un veloce click.

Nell’ottica di rendere questa iniziativa più coinvolgente e più interattiva possibile, Banca di Pescia e Cascina ha anche allestito tre postazioni con tablet nella filiale di Buggiano, in via Ugo Foscolo, per consentire il voto anche a chi non ha facile accesso a internet. I progetti in gara per accaparrarsi il premio sono: il recupero architettonico della fonte Acquavivola con il rifacimento della veste strutturale della sorgente; il potenziamento del servizio di videosorveglianza territoriale con ulteriori punti di vigilanza; l’acquisto di attrezzatura e mezzi (torrefaro e carrello trasporto idrovora) per il servizio comunale di Protezione Civile in affidamento a Croce Rossa Italiana sezione Malocchio-Buggiano; il potenziamento del progetto di robotica in corso alla scuola primaria dell’Istituto Comprensivo Salutati-Cavalcanti di Buggiano.

“Questo – ha spiegato il sindaco Andrea Taddei - è un ottimo esempio di collaborazione tra pubblico e privato. Mi piace anche l’idea che siano i cittadini a indicare quale progetto realizzare, perché è una forma semplice e bella di partecipazione e coinvolgimento”. “Sono tutti progetti semplici ma utili nella vita quotidiana - ha aggiunto il direttore della Banca Antonio Giusti – per cui adesso non resta altro che votare: c'è tempo fino al 30 settembre”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.