VALDINIEVOLE

Sabato, 19 Maggio 2018 16:08

Arci: i nostri valori sono antifascismo e antirazzismo

Francesco Conforti Francesco Conforti

Attacco a Conforti, candidato del centrodestra

PESCIA – L’Arci manifesta “stupore e preoccupazione” per le dichiarazioni del candidato a sindaco di Pescia per la coalizione di centrodestra Francesco Conforti, che si lamenta del mancato invito al confronto tra i candidati al Circolo Arci di Pietrabuona. V

“Vogliamo ribadire - si legge in una nota della segreteria provinciale - che l’Arci, con i suoi circoli, non è un contenitore dove gli altri portano le proprie istanze politiche, qualunque esse siano. L’Arci ed i suoi circoli sono soggetti politici che dialogano e parlano con tutte le forze politiche che si riconoscono nei valori fondanti della nostra associazione e del nostro statuto. L’Arci non è uno spazio pubblico dove tutti possono dire ciò che vogliono indiscriminatamente. Chi non si riconosce nei valori dell’antifascismo e dell’antirazzismo – e costruisce alleanze con chi non ritiene questi valori principi irrinunciabili - non è un nostro interlocutore. Siamo un’associazione apartitica, ma non apolitica”.

Chi dichiara “io non sono razzista… di più!”, spiega la dirigenza, non ha niente a che vedere con il mondo, con la visione di società e di amministrare la città dell’Arci.

“I nostri circoli – prosegue la nota - sono presidio di solidarietà, aggregazione ed interconnessione delle differenze che attraversano i nostri territori. Ci è estraneo anche lo squadrismo da tastiera che, sui social network, si è rivolto contro un socio del circolo, erroneamente considerato Presidente, che è stato attaccato in modo anche violento, e al quale va tutto il nostro sostegno e vicinanza. In modo errato, negli ultimi tempi si confonde il concetto di democrazia con la possibilità di dire tutto e il contrario di tutto ed ovunque si voglia. Non vietiamo a nessuno di dibattere le proprie idee, ma nel nostro mondo vogliamo essere liberi di decidere chi ascoltare e con chi dialogare, nel rispetto di chi ci ha preceduto e di chi ha costituito e fisicamente costruito le Case del popolo e i circoli e di chi ancora oggi con il lavoro volontario tiene aperti e fa vivere i nostri spazi. Per noi i valori hanno ancora un senso, destra e sinistra non sono uguali, l’antirazzismo è un principio irrinunciabile.

Il punto non è ciò che Conforti esprime per sé, come singolo individuo. Il punto è che oggi, e fino al voto, Conforti rappresenta una coalizione di forze politiche che esprimono valori e proposte incompatibili con la nostra Associazione. La nostra è un’Associazione collegiale e solidale, aperta al confronto e al dibattito, ma ci sono valori fondanti che non mettiamo in discussione e su cui non prescindiamo. Le porte sono aperte a qualunque organizzazione politica che non esca da questo perimetro valoriale. Perché – come insegnava un Presidente della Repubblica, Sandro Pertini – “non ha diritto di parola chi approfitta di questo diritto contro la libertà”.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.