VALDINIEVOLE

Martedì, 13 Febbraio 2018 16:21

Per San Valentino al Mefit oltre due milioni di rose

PESCIA - La ricorrenza di San Valentino abitualmente rappresenta una delle maggiori occasioni di consumo di fiori recisi, in particolare quelli di colore rosso e di qualità medio alta, con una propensione di spesa maggiore nel consumatore.

Naturalmente la preferenza è rivolta soprattutto al fiore che rappresenta la passione, la regina dei fiori, la rosa rossa, ma anche altre specie floricole si stanno affermando come simbolo della dimostrazione del proprio amore alla persona cara: calle, tulipani, ranuncoli, gigli…

Oggigiorno inoltre sono sempre di più anche le donne che – in occasione della festa degli innamorati - donano fiori al proprio lui: in questo caso i fiori più appropriati e diffusi sono le rose, i tulipani, i girasoli e le strelitzie, ma sempre con colori accesi ed evitando quelli troppo tenui.

Quest’anno, in generale, nelle due settimane precedenti l’appuntamento festivo, sono transitati dal Mercato Fiori e Piante della Toscana (Mefit) di Pescia poco più di due milioni e duecentomila steli di rose, con vari colori e lunghezze.

Questo volume di prodotto, che rappresenta quasi il 10 % sul totale annuo, proviene per circa il 50%  da coltivazioni italiane situate in Valdinievole, in Versilia ed in altre regioni del centro sud Italia. Il restante 50%, è costituito da rose d’importazione (provenienti da Olanda, Equador, Kenia, Etiopia e Zimbawe). Le quantità vendute sul mercato hanno registrato un leggero aumento di alcune migliaia di steli; invece i prezzi medi ponderati, relativi alle quotazioni delle rose di coltivazione italiana, sono rimasti su livelli stazionari, ponendo l’andamento della compravendita su livelli soddisfacenti secondo gli operati di mercato.

Quest’anno non ci sono state grosse novità a livello varietale, e infatti le rose di colore rosso più richieste sono state quelle già conosciute e apprezzate negli ultimi anni: Red Naomi, Red Eagle e Myrna tra quelle provenienti dall’Olanda, e Freedom, Explorer e Sexy Red tra quelle provenienti dall’Equador.

Accanto alle rose hanno suscitato un discreto interesse anche le Orchidee Cymbidium, vendute a tralcio o a fiore, confezionate e non, ma anche altri tipi di fiore come fresie, tulipani, pesco fiorito, ranuncoli e anemoni, utilizzati soprattutto per la composizione di mazzi di fiori misti.

Tra le fronde e le foglie, per il mercato di San Valentino sono state vendute discretamente le fronde lunghe come ruscus e le varie varietà di eucalyptus o corte come aralia, aspidistria e felci. Il segmento delle piante ornamentali da interno e da terrazzo di solito è poco interessato dal traino positivo di San Valentino, tuttavia Azalee, rododendri e rose in vaso a cespuglio hanno registrato vendite soddisfacenti.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.