Contenuto Principale

Sds della Valdinievole: nel piano triennale un centro diurno per anziani

Sds della Valdinievole: nel piano triennale un centro diurno per anziani foto di archivio

PESCIA - Sono stati approvati lunedì mattina dall’assemblea dei soci della Società della Salute della Valdinievole il Bilancio di Previsione 2018 e il Bilancio di Previsione Pluriennale 2018/2020.

Si tratta di due documenti fondamentali per la programmazione delle attività della Sds, consorzio pubblico formato dagli 11 Comuni della Valdinievole e dall’Azienda Sanitaria Asl Toscana Centro. Il bilancio del 2018 ammonta a circa 17milioni e 900mila euro e permetterà all’ente di gestire i servizi socio-sanitari nel territorio.

Valore della Produzione. Il bilancio della Società della Salute è formato sostanzialmente dai contributi dei Comuni, dell’Azienda Sanitaria, della Regione e dello Stato. Per il 2018 le quote capitarie (per singolo cittadino) a carico dei Comuni sono rimaste invariate. Quest’ultimi verseranno all’ente un totale di 4milioni e 476mila euro. L’Azienda Sanitaria verserà un contributo di 9milioni e 785mila euro, la Regione Toscana circa 2 milioni e 342mila euro, mentre dallo Sato e da altre fonti arriveranno circa 1milione e 320mila euro.

Costi. Anziani, disabili, minori e persone con disagio. Sono queste le persone a cui sono rivolti i servizi e i progetti della Società della Salute. Circa 5milioni e 192 mila euro del bilancio sono destinati agli anziani. Questa cifra servirà infatti a coprire i costi per l’assistenza residenziale di persone anziane non autosufficienti o comunque con problematiche gravi. Per il 2018, grazie all’ammontare di questi contributi, sono state abbattute le liste di attesa in Rsa.

Una parte della quota destinata agli anziani (oltre 800mila euro) riguarda contributi diretti per l’assistenza delle persone nel proprio domicilio. Circa 5milioni e 178mila euro sono invece le spese per l’assistenza sociale sul territorio. I contributi che verranno erogati ad altri enti e associazioni ammontano a 1 milione e 691mila euro. L’assistenza residenziale ai minori e i contributi diretti per quest’ultimi ammontano a 604mila euro. I costi per l’assistenza residenziale di persone disabili e i contributi diretti per quest’ultimi sono 637mila euro. Ben 640mila euro sono i contributi in favore di persone in stato di bisogno. Oltre 1 milione e 327 mila euro sono i costi preventivati per il settore delle dipendenze e circa 1 e 580mila euro sono quelli per il settore Salute Mentale Adulti e Infanzia.

Circa 7milioni e 747mila euro sono i costi preventivati per l’attività sanitaria (dipendenze, servizi di salute mentale adulti e infanzia, assistenza infermieristica domiciliare, quota sanitaria per le strutture convenzionate, quota sanitaria centri socio riabilitativi, progetti vari) e 8milioni e 448mila euro sono i costi per l’attività sociale (progetto Sprar, rette per l’inserimento di minori in strutture residenziali, sostegno economico per affidamenti familiari di minori, contributo per il sostegno dei diritti alla cittadinanza, assistenza per l’integrazione scolastica di alunni disabili, progetti vari).

Piano Triennale dei Lavori. Nel piano è prevista la realizzazione di un centro diurno per anziani comprensivo di appartamenti per un progetto di co-housing rivolto ad anziani autosufficienti, ma fortemente a rischio di non autosufficienza. L’immobile si trova a Collodi ed è parte dell’eredità di Giuseppe Pizza, anziano deceduto alcuni anni fa nell’hospice di Spicchio che ha deciso di destinare i propri averi alla Sds della Valdinievole con il vincolo di realizzare dei progetti per anziani. La struttura ospiterà 15 anziani nel centro diurno, mentre ai piani superiori verranno realizzati 4 appartamenti per anziani o coppie di anziani. La gara è già stata espletata e i lavori partiranno a breve. Costo totale dei lavori: 1milione e 270mila euro.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna