Contenuto Principale

Commercio e sicurezza, a Montecatini un progetto-pilota

MONTECATINI TERME - Il susseguirsi di episodi criminosi, specie di tipo predatorio quali furti e rapine, nei confronti di esercizi commerciali e dei loro clienti è fonte di grande preoccupazione.

La Confesercenti esprime il proprio apprezzamento per l’operato delle istituzioni preposte all’ordine e alla sicurezza pubblica, ma coglie l’occasione per sollecitare un maggior presidio delle zone più a rischio. “Nella convinzione inoltre – scrive in una nota - che la sicurezza richieda un impegno corale da parte di tutte le componenti politiche, economiche e sociali, Confesercenti ha avviato da tempo un percorso sui possibili contributi che il sodalizio può garantire nel concreto delle dinamiche di sicurezza”.

Sono stati pertanto realizzati seminari informativi rivolti agli associati, per assicurare più ampie conoscenze sulle misure comportamentali e tecnologiche più idonee alla prevenzione dei reati; sono state altresì poste le basi per la costituzione di stabili procedure di scambio e diffusione tra esercenti delle informazioni rilevanti su fatti attinenti la sicurezza pubblica e privata, anche al fine di determinare un flusso qualificato di notizie verso gli organi di polizia.

A dimostrazione dell’impegno di Unim/Confesercenti sul tema, la Regione Toscana ha accolto la proposta dell’associazione di attuare proprio a Montecatini la fase sperimentale del progetto pilota “La sicurezza nel mercato”.

Il progetto sarà organizzato partendo dalla creazione di “nuclei trainanti” di operatori in grado di motivare e coinvolgere i commercianti; creazione di un gruppo WhatsApp per tutte le segnalazioni; incontri con l’amministrazione comunale e coinvolgimento della polizia municipale; accordi con le associazioni delle forze di polizia in congedo e con altre strutture di volontariato; informazione alla clientela.

“L’affermazione della sicurezza – conclude Confesercenti - non può infatti che svilupparsi rafforzando le misure preventive previste dall’ordinamento, la loro efficace applicazione e il concorso di ogni cittadino nell’ambito dell’affermazione delle più evolute prassi di partecipazione”.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna