Contenuto Principale

Pescia, Giacomo Melosi candidato sindaco per CasaPound 

PESCIA - Sarà Giacomo Melosi, geometra trentenne, il candidato sindaco di CasaPound alle prossime elezioni comunali di Pescia.

“Dopo sette anni di costante lavoro sul territorio e spinto da molti pesciatini ho deciso di candidarmi in prima persona per offrire, dopo i fallimenti di centrodestra e centrosinistra, un valido ricambio generazionale ai vecchi amministratori e proponendo una politica basata su fatti concreti anziché su promesse mai mantenute - ha spiegato Melosi - Le iniziative portate avanti da CasaPound in questi anni sono molteplici, tre le quali la consegna mensile di un pacco alimentare a 25 famiglie italiane in difficoltà economica, uno sportello legale gratuito per controversie contro banche ed Equitalia ospitato presso la nostra sede, la manifestazione in piazza con centinaia di partecipanti contro il centro di accoglienza all’Hotel dei Fiori, l'allontanamento in più occasioni i parcheggiatori abusivi e la riqualifica di varie zone degradate della città”.

Melosi sottolinea “come oltre alla revisione del piano dei parcheggi e la rivalutazione del centro storico sia necessario intervenire in montagna e nelle periferie per cercare di reinserirsi in un comparto turistico per troppo tempo trascurato”. 

“Riteniamo che la risposta a questi anni di immobilismo sia la politica come sforzo quotidiano e non come impegno estemporaneo per un’elezione. Quindi - continua Melosi - forti degli ottimi risultati ottenuti localmente nella vicina Lucca e in tutta Italia da Ostia a Bolzano ci presentiamo a queste elezioni con l’obiettivo di vincerle”.

Su segnalazione dei residenti della montagna pesciatina i militanti di CasaPound Italia hanno provveduto a mettere in sicurezza alcune buche presenti sulla strada che porta a Sorana (nella foto).

"È dovere della politica ascoltare le istanze e le preoccupazioni dei cittadini e le oltre 400 firme raccolte dalle associazioni della Valleriana per denunciare l'abbandono delle strade di montagna dimostrano il disinteresse di chi ha amministrato fino ad oggi - conclude Melosi - per questo abbiamo provveduto a coprire alcune buche che da tempo mettevano a repentaglio la sicurezza stradale dei numerosi cittadini che ogni giorno percorrono questa via, dimostrando che spesso con la volontà e l'azione si possono sistemare molte cose".

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna