Contenuto Principale

Torna l'acqua nel Padule, che si ripopola di uccelli acquatici

Due immagini del "nuovo" Padule di Fucecchio (foto di Claudio Tamburini) Due immagini del "nuovo" Padule di Fucecchio (foto di Claudio Tamburini)

LARCIANO - In Padule vige il detto “acqua nuova non porta uccelli”.

Ma non sempre è così: sono state sufficienti 24 ore dal momento dell’apertura della calla che consente di invasare l’acqua nell’area delle Morette perché questa si animasse di centinaia di uccelli acquatici, appartenenti ad una ventina di specie diverse. Dalle varie anatre selvatiche alle pavoncelle; dagli aironi agli ibis; dalle cicogne ai falchi di palude.
Uno spettacolo che si ripete oramai da più di 20 anni e di cui tutti i cittadini possono beneficiare, recandosi all’Osservatorio Faunistico de Le Morette, che si raggiunge da Castelmartini.
Uno dei primi ad aver colto questa occasione è stato il cineoperatore e fotografo Claudio Tamburini, che ha fatto una serie di suggestivi scatti, effettuati mercoledì scorso.
Finalmente dopo mesi di perdurante siccità, la pioggia abbondante, ma non troppo violenta, che è caduta a partire da domenica scorsa ha creato le condizioni favorevoli per riallargare la Riserva Naturale (o per meglio dire l’area de Le Morette, dato che l’area Righetti non si è mai prosciugata).
Come da protocollo tecnico, è stata lasciata defluire l’”acqua di prima pioggia”, che trascina con sé molto sedimento e sostanze inquinanti, ed è stata successivamente aperta la calla sul Fosso del Canaletto che consente di invasare l’acqua all’interno del sottobacino delle Morette.
Quest’ultimo è stato realizzato 15 anni fa nell’ambito del Progetto “Lungo le Rotte Migratorie” per trattenere le acque ed evitare il loro naturale deflusso; ed inoltre per operare una selezione delle acque da far entrare.
In tal modo la Riserva Naturale resterà allagata per tutto il periodo invernale e primaverile, fino ai mesi di luglio o agosto, garantendo così la presenza degli habitat necessari ad un ampio ventaglio di specie selvatiche, vegetali ed animali, caratteristiche della palude.
Domenica prossima personale del Centro RDP Padule di Fucecchio e collaboratori volontari garantiranno l’apertura dell’osservatorio sia al mattino (quando la luce è più favorevole) sia al pomeriggio, mostrando la fauna con cannocchiali ad alta definizione.
Il Centro Visite di Castelmartini sarà aperto sia la domenica che il sabato pomeriggio: per nformazioni è possibile contattare il Centro (tel. 0573/84540, email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ) o visitare le pagine web www.paduledifucecchio.eu

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna