Contenuto Principale

Pieve a Nievole, messa in sicurezza dei passaggi pedonali

PIEVE A NIEVOLE – Messa in sicurezza di passaggi pedonali in punti critici del paese con l' installazione di specifici impianti di illuminazione e asfalto fonoassorbente su via Empolese. 

Sono attivi da pochi giorni tre nuovi impianti luminosi su altrettanti passaggi pedonali in punti critici del territorio di Pieve a Nievole.

L'intervento riguarda in particolare un passaggio pedonale posto sulla Regionale. 435 “Lucchese” alla Colonna, e due sulla Regionale. 436 “Francesca” rispettivamente in Via Roma presso l’intersezione con Via Don Minzoni e in Via Empolese presso l'accesso al giardino pubblico Empolese/Cantarelle ed è stato eseguito dalla ditta F.li Tabani di Montale.

I tre attraversamenti, scelti tra quelli maggiormente utilizzati, sono stati oggetto di un progetto di miglioramento della sicurezza e dell’illuminazione notturna mediante un sistema di segnalazione ed illuminazione a Led.

Il progetto, proposto dal Comune di Pieve a Nievole nell'ambito del Piano regionale "Azioni per la sicurezza stradale 2017", ha un costo complessivo di circa 32.000 Euro e ha ricevuto attenzione dalla Regione Toscana che ha contribuito alla spesa per 26.000 euro.

In ciascuna postazione è stata collocata una coppia di proiettori a Led specifici per i passaggi pedonali, creando, con un'ottica dedicata, un contrasto positivo tra la persona che attraversa le strisce e l’ambiente circostante, garantendo un elevato illuminamento verticale; sui due pali, inoltre, sono stati installati segnali bifacciali retroilluminati a Led con il segnale di passaggio pedonale e una coppia di lampeggiatori a Led che aiutano gli utenti della strada ad individuare meglio la presenza di un attraversamento pedonale anche di giorno, grazie alla presenza di una batteria che mantiene sempre in efficienza i lampeggianti.

Completato anche il lavoro finanziato dalla Regione Toscana di posa in opera di asfalto fonoassorbente in un tratto di via Empolese utile a mitigare la rumorosità sugli edifici vicini, lavoro che è stato preceduto da misurazioni del rumore da parte di Arpat con la collocazione di apposite strumentazioni in prossimità del “palazzo Biagiotti”, operazione che verrà ripetuta a breve per confrontare i valori e verificare i benefici dell'intervento.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna