Contenuto Principale

Pescia, i crisantemi uniflori spingono il Mercato

PESCIA - Si sta concludendo al Mercato Fiori e Piante della Toscana (Mefit) di Pescia la campagna di commercializzazione dei prodotti florovivaisti per le festività di Ognissanti.

In particolare, può definirsi conclusa la parte che riguarda le negoziazioni tra grossisti, lasciando per gli ultimi giorni le forniture ai dettaglianti. Il risultato complessivo stimato del giro di affari all’ingrosso previsto nel mese di ottobre 2017 al Mercato dei Fiori della Toscana è di circa 7 milioni e 380 mila Euro, migliore in percentuale di circa 1,7 punti rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

In questo periodo il principale segmento floricolo sotto osservazione è naturalmente quello dei Crisantemi, nello specifico quelli uniflori. Nel 2017 la produzione di crisantemi uniflori a livello locale è stata condizionata positivamente dall’andamento meteoclimatico favorevole: dalla messa a dimora delle giovani piante sino al raggiungimento del giusto grado di maturazione. Una buona fioritura è stata raggiunta alcuni giorni in anticipo sul preventivato, grazie alla capacità dei coltivatori e alla loro perizia riguardo le tecniche di produzione e la gestione della luce (ombreggiature ed illuminazione artificiale), consentendo, comunque, la completa raccolta della produzione attesa, che ha puntato tra l’altro su fiori con stelo robusto (grammatura fino a 150).

Si stima per quest’anno il passaggio sul mercato di circa 4.700.000 steli di crisantemi uniflori, per un valore intorno a 2.700.000 euro, destinati in misura maggiore alle spedizioni tramite grossisti e trasportatori ed in misura minore alla contrattazione sulla platea; si rafforza quindi l’importanza del Mercato dei Fiori della Toscana quale piattaforma logistica al servizio delle zone di distribuzione e consumo del centro nord d’Italia.

I crisantemi uniflori hanno ottenuto un incremento tra i 5 ed i 10 centesimi di euro a stelo, in funzione delle famiglie e delle varietà. I crisantemi uniflori più richiesti sono stati di colore bianco e giallo nelle forme a palla da ping pong (Boris Becker), a dahlia (Safari, Artic e Resolute), spider (Veneri ed Anastasia). Nella famiglia dei crisantemi uniflor a dahlia si è registrata l’unica novità varietale di quest’anno: il suo nome è Magnum ed è di colore bianco. Il crisantemo uniflor più richiesto sul mercato, ormai da tre anni e vera star stagionale, è stata invece la varietà Charlotte della famiglia dei crisantemi uniflor Spider, di colore rosa intenso con riflessi verde chiaro sulle punte.

La produzione di crisantemi multiflori affluita in ottobre, trattandosi di coltivazione specializzata, è risultata immune da sorprese: il piano di lavorazione pienamente rispettato ha generato circa 3.800.000 steli destinati alla vendita. In questo periodo il comparto dei crisantemi spinge la commercializzazione anche delle altre specie floricole e del verde ornamentale: rose, gerbere, lilium LA, orchidee Dendrobium, lilium orientali, garofani mediterranei, orchidee Cymbidum, Anthurium, Ruscus ed Eucalypthus sono state le specie più vendute.

Per quanto concerne i prezzi all’ingrosso, medi ponderati, nel complesso non hanno subìto rilevanti variazioni rispetto all’anno precedente, a parte alcune oscillazioni di prezzo in aumento o in diminuzione di alcuni centesimi di euro. Anche per il settore delle piante in vaso i dati sono positivi, con ciclamini e crisantemi in testa.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna