Contenuto Principale

Società della Salute della Valdinievole, liste di attesa azzerate e assistenza domiciliare h24

PESCIA - La Società della Salute fa un balzo avanti nell’erogazione di servizi sul territorio.

Nel giro di pochi mesi verranno abbattute le liste di attesa per l’inserimento in Rsa e l’assistenza infermieristica domiciliare verrà garantita per 24 ore al giorno. Ad esporre i dettagli di queste due importanti novità sono il presidente della Sds della Valdinievole Pier Luigi Galligani e il direttore Claudio Bartolini durante una conferenza stampa svoltasi lunedì 9 ottobre 2017 all’interno della sede della Sds a Pescia.

“Come già abbiamo annunciato nei giorni scorsi – afferma il presidente Galligani – le domande di inserimento in rsa negli anni sono andate aumentando, a causa del progressivo invecchiamento della popolazione e del conseguente aumento di patologie croniche gravi che portano gli anziani a una condizione di non autosufficienza. Oggi possiamo dire che la Sds è stata capace di rispondere a questa aumentata esigenza efficacemente e che entro la fine dell’anno tutte le liste di attesa verranno abbattute”.

Entro la fine del 2017 i 23 anziani attualmente presenti nelle liste di attesa verranno infatti tutti inseriti all’interno di Residenze Sanitarie Assistenziali, dove potranno usufruire di tutti i servizi sanitari e sociali di cui necessitano.

Il costo aggiuntivo di tali inserimenti ammonta a circa 500mila euro l’anno, cifra recuperata da un bilancio prudenziale e da alcuni costi in diminuzione, come quello per il personale (diminuito di circa 120mila euro nell’anno in corso). Gli anziani, a cui fino ad oggi era stata comunque garantita un’assistenza domiciliare, adesso potranno esser trasferiti in strutture protette adeguate ai propri bisogni.

“Là dove possibile – spiega il Direttore della Sds Claudio Bartolini – cerchiamo di far permanere le persone all’interno della propria casa, prestando assistenza a domicilio. Questo non per una ragione di costi. Le valutazioni dei bisogni delle persone non avvengono mai sulla base delle risorse economiche a disposizione, ma sulle reali esigenze di quest’ultime. Tendiamo a far rimanere le persone a casa perché da un punto di vista psicologico per la persona assistita è preferibile permanere all’interno del proprio domicilio. Là dove però sono presenti condizioni gravi di non autosufficienza la Rsa è considerata la soluzione migliore”.

“Gli anziani che entreranno nelle Rsa – continua Patrizia Baldi Responsabile Unità Funzionale Integrazione Socio Sanitaria della Sds – sono stati attentamente vagliati e seguiti nel tempo dalla Sds. Si parte sempre dal bisogno della persona che in questo caso è certamente un bisogno complesso che necessita quindi, per essere soddisfatto, di un’assistenza integrata”.

Alla buona notizia dell’abbattimento delle liste di attesa si aggiunge quella dell’aumento delle ore di assistenza infermieristica domiciliare garantite a coloro che sono in cura alla Società della Salute. Dal primo novembre per tutti coloro a cui dalla Sds è stata riconosciuta la necessità di assistenza infermieristica, quest’ultima verrà garantita per 24 ore al giorno.

“Fino ad oggi garantivamo un’assistenza infermieristica – afferma Claudio Bartolini – dalle 8 alle 22. Il Sant’Anna di Pisa nelle sue valutazioni annuali ci ha classificati primi in Toscana per la qualità di tale assistenza. Oggi possiamo dire di esser riusciti a fare un passo ulteriore e di poter garantire ai nostri assistiti la disponibilità di personale infermieristico specializzato per 24 ore al giorno. Ciò non solo migliorerà l’assistenza prestata dalla Sds, ma forse farà diminuire qualche accesso improprio al Pronto Soccorso”.

“I dati sull’assitenza infermieristica in Valdinievole – conclude Donatella Simoncini, Responsabile Unità Organizzativa Assistenza Infermieristica Domiciliare della Sds – ci fanno onore. Nel 2016 abbiamo raggiunto 3187 famiglie, compiendo 86mila accessi domiciliari. I numeri di quest’anno ci fanno essere ancora più ottimisti. Fino a settembre abbiamo compiuto 73mila accessi e raggiunto 2879 famiglie. Inoltre adesso il servizio di assistenza sarà esteso a 24 ore. Mentre fino ad oggi riuscivamo a garantire l’assistenza infermieristica notturna solo se programmata, dal primo novembre tale assistenza sarà estesa alle cosidette emergenze e coloro che sono stati presi in carico dalla Sds, se necessitano di assistenza, potranno chiamarci per 24 ora al giorno”.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna