Segnala il commento come inappropriato

E' noto il fenomeno di auto circolanti sul territorio italiano con targhe estere. Addirittura si danno casi di definitiva esportazione , reimmatricolazione in uno stato dellìest e rientro con nuova targa e circolazione in Utalia . Non conosco le procedure , ma dalla riduzione dei premi assicurativi e le difficoltà di notifica ,oltre alla detrazione dei punti sulla patente (di chi ??) di proprietari praticamente irraggiungibili e che non dichiareranno mai chi alla guida etc. etc....
La cosa ancora più "simpatica" sono le auto di maggior cilindrata che corrono i Rally- Premessa che nei Rally esistono una sorte di controlli ed autorizzazioni , compreso ACI come garanzia , Le auto destinate a vincere sono in massima parte di questa categoria . Equipaggi italianissimi di scuderie italiane , che corrono con targhe non originale e documenti di circolazione e proprietà di lontanissimi prestanome magari Rumeni o simili .
In quanto poi alla affermazione che "hanno dovuto pagare" .... per recuperare un'auto rimossa , occorre pagare le spese di rimozione e ricovero e non altro . La parte sanzionatoria segue un altro percorso .... Prima di scrivere , occorrerebbe leggere . O no ?