TOSCANA

Sabato, 16 Febbraio 2019 10:07

Pestaggio di piazza dei Ciompi, arrestato il giovane dei calci

Il 16enne era fuggito dal centro di accoglienza. Ripreso dai carabinieri

FIRENZE – Era successo martedì sera in piazza dei Ciompi: una aggressione violenta, resa più brutale dalle immagini postate sui social.

Quattro giovani avevano picchiato a sangue un tunisino di 33 anni. Ieri sera i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Firenze e della Stazione Carabinieri Firenze Uffizi hanno tratto in arresto S.S., il 16enne libico destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP presso il Tribunale per i Minorenni di Firenze. Il provvedimento era stato richiesto dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni del capoluogo toscano, guidata dal Dott. Antonio Sangermano, immediatamente dopo aver ricevuto gli atti relativi all’aggressione ravvisando. Il giudice ha ravvisato, nelle gravissime condotte tenute, l’ipotesi di “tentato omicidio” a carico del 32enne tunisino vittima del brutale pestaggio.
La ferocia dimostrata nell’aggressione, l’uso di oggetti contundenti atti ad offendere  e l’azione lesiva effettuata con calci e pugni indirizzati a parti vitali come l’addome e la testa: atti espliciti secondo il magistrato. Un pestaggio per uccidere. E solo per caso l'uomo non è morto.

Inoltre a questo si aggiunge il fatto che il il minore era stato affidato ad un centro di accoglienza dal quale era fuggito poche ore dopo, portando via con sé gli oggetti presenti nella stanza assegnatagli.
I Carabinieri lo hanno rintracciato in Largo Annigoni, proprio nei pressi del luogo dove la lite aveva avuto inizio la sera del 12 febbraio.
Al termine delle formalità di rito, l’arrestato è stato condotto all’Istituto Penitenziario per i Minorenni di Firenze.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.