TOSCANA

Sabato, 02 Febbraio 2019 11:55

Maltempo, fiumi in piena ma situazione sotto controllo

Nella immagine sotto: l'auto stravolta dalla piena del Vincio a Pistoia Nella immagine sotto: l'auto stravolta dalla piena del Vincio a Pistoia

Piogge intense nella notte, tre ragazzi bloccati nel Cornia

FIRENZE – Piogge molto intense e persistenti hanno interessato per tutta la notte l'intera regione, in particolare i rilievi appenninici, generando piene significative dei corsi d'acqua principali interessati dall'allerta. Le piene maggiori si sono sviluppate lungo il corso del Serchio, il cui colmo di piena è previsto in transito a Vecchiano intorno alle 9,30 con una portata di circa 1350 mc/s. Nell'intero bacino in ventiquattro ore sono caduti 110 milioni di metri cubi di acqua.

Molto importanti anche le piene che hanno riguardato i fiumi Ombrone Pistoiese e Bisenzio: alle 8,00 di stamani sono ancora in transito i colmi di piena che hanno raggiunto i livelli di 5,30 metri per l'Ombrone a Poggio a Caiano e di circa 5,80 metri per il Bisenzio a San Piero a Ponti.

Si sono registrate piene significative sul Cecina e sul fiume Bruna. Nel Pisano, a Pomarance, tre ragazzi sono rimasti imprigionati nella loro auto  lungo il fiume Cornia, che avevano cercato di guadare nella notte. 

Situazione simile anche a Pistoia, lungo il Vincio di Montagnana, dove due ragazze hanno cercato di guadare nella notte il fiume in piena su una passarella, rischiando di essere travolte. Una storia (che raccontiamo in un'altra parte del giornale) che poteva trasformarsi in una tragedia. 

Anche nel Casentino è in corso una piena dell'Arno ma che non dovrebbe comportare livelli significativi a valle.

Piena anche sul Magra con colmo raggiunto alle 3 di stanotte agli idrometri di Calamazza. Hanno funzionato per tutta la notte le idrovore di Aulla. Su tutti i corsi d'acqua è stata comunque attivata, ed è tuttora in corso, l'attività di sorveglianza delle arginature da parte del personale dei Genii civili.

Durante tutta la notte sono stati effettuati incontri di coordinamento in videoconferenza, ogni due ore circa, tra la Sala della protezione civile regionale, il Centro Funzionale e le sale operative di Province e Prefetture, così da valutare congiuntamente l'evoluzione della situazione e le criticità.

Attualmente le precipitazioni risultano in decisa attenuazione rispetto alla notte, si prevede tuttavia la permanenza di livelli alti nei corsi d'acqua ancora per diverse ore.

La Protezione civile raccomanda alla popolazione di prestare la massima attenzione e soprattutto di rispettare le indicazioni delle autorità locali, mantenendosi lontani dai corsi d'acqua, dagli argini dai ponti e dalle zone depresse per facilitare l'attività del presidio idraulico del territorio da parte del personale tecnico.

Per uno smottamento in Alta Versilia, nel comune di Stazzema (Lucca), evacuate 5 famiglie. Problemi alla circolazione sempre in Versilia per alberi caduti o frane. Anche sulla Montagna pistoiese disagi per alcuni smottamenti lungo le strade, tra cui la statale Porrettana.

 

Bloccati per ore sul tetto dell'auto

POMARANCE (Pisa) - Tre ragazzi sono rimasti bloccati, attorno alle 5 di stamani, mentre stavano guadando il fiume Cornia a causa del repentino aumento del livello del fiume dovuto alle copiose precipitazioni della notte.
L’allarme è stato dato dagli stessi ragazzi che hanno contattato la sala operativa dei vigili del fuoco. Il personale di sala operativa ha mantenuto i contatti con loro fino all'arrivo delle squadre sul posto.
L’intervento di messa in sicurezza e recupero è durato circa 5 ore ed è stato necessario il supporto della squadra SAF (Speleo Alpino Fluviale) giunta dalla sede centrale di Pisa. Per effettuare le operazioni si è reso necessario realizzare una serie di teleferiche per poter permettere prima il raggiungimento dei ragazzi, che si trovavano sul tettino dell’auto, e poi il recupero per portarli a terra.
Intervento particolarmente complicato dovuto all’alto livello dell’acqua del fiume ed alla forte corrente. Sul posto (località Lagoni Rossi nel comune di Pomarance) presenti i carabinieri di Pomarance e personale del 118. Una volta recuperati i ragazzi sono stati affidati al personale sanitario, a causa di sintomi di ipotermia per la lunga permanenza sul tetto dell'auto.

 

 

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.