TOSCANA

Venerdì, 18 Gennaio 2019 11:32

Giovane marocchino muore durante il fermo di Polizia

Con le manette e  laccio ai piedi quando ha avuto un infarto

EMPOLI – Sta diventando un caso nazionale la morte del giovane tunisino di 32 anni, colpito da un attacco cardiaco in un Money transfer di Empoli. Dopo le prime frammentarie notizie, si vanno delineando contorni più precisi della drammatica vicenda. Al momento dell'attacco cardiaco che l'ha ucciso l'uomo era ammanettato ed avrebbe avuto i piedi legati con un laccio.

Tutto era cominciato, secondo una ricostruzione sempre più precisa del fatto, con la contestazione del titolare dell'esrcizio commerciale di una banconota da 20 euro, rutenuta falsa. Da qui l'agitazione del giovane, la telefonata al 113, l'arrivo della volate della Polizia. Il giovane marocchino avrebbe cercato di fuggire nelle strade vicine, essendo però subito preso e riportato all'interno del Money Trasfer. Ma la sua agitazione sarebbe continuata, tanto che gli agenti avrebbero chiesto l'intervento dei sanitari del 118. A questo punto il drammatico sviluppo, con l'arrivo di un malore che ne ha causato la morte, nonostante i tentativi di rianimarlo. Sul posto il magistrato di turno che ha dato il via alle indagini sulla vicenda. Sul corpo del giovane marocchino verrà ora fatta l'autopsia per capire nel dettaglio la causa della morte.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.