TOSCANA

Domenica, 07 Ottobre 2018 17:15

Oltre 9.000 articoli sequestrati a venditori abusivi

Maximulte della Municipale di Firenze a 17 venditori

FIRENZE - Oltre 9.000 articoli sequestrati in quasi 380 interventi contro il commercio non autorizzato e maxi multa da 5.000 euro a testa per 17 venditori abusivi, più 24 controlli mirati al contrasto alla spaccio di droga. Una operazione che ha portato anche all'arresto di uno spacciatore 50enne.

E' il bilancio dell'attività svolta a settembre dal Reparto Antidegrado della Polizia municipale di Firenze. Le pattuglie hanno condotto 373 operazioni che hanno portato al sequestro amministrativo di 8.954 articoli. Si tratta prevalentemente di poster, accessori di telefonia, aste da selfie, occhiali e articoli di bigiotteria che sono stati confiscati per la gran parte all’interno del quadrilatero romano. Tra questi anche i 150 oggetti tra bambole, vestiti, scarpe e suppellettili rinvenuti e sequestrati dagli agenti in via Petrapiana intorno alla metà di settembre dove era stato allestito una sorta di “mercatino” abusivo,  e i 472 articoli sempre di abbigliamento confiscati all’inizio del mese nel Quartiere 4.

22 i venditori abusivi identificati: per 17 colti in flagrante è scattato il verbale da 5.000 euro per violazione della legge regionale sul commercio, gli altri 5 che non sono stati visti svolgere la vendita ma non hanno saputo spiegare la provenienza e la destinazione della merce di cui erano in possesso dovranno pagare una stazione da 160 euro. Inoltre per 5 dei 22 venditori è scattata anche la denuncia perché non in regola con le leggi sull’immigrazione.

Gli agenti hanno anche sequestro 49 articoli contraffatti: 38 borse abbandonate da tre venditori che sono fuggiti, i restanti 11 oggetti tra borse e portafogli sono stati invece sequestrati a un 45enne senegalese che fu bloccato in via San Zanobi dopo una breve fuga in cui travolse anche un agente in San Lorenzo. L’uomo fu denunciato anche per resistenza e per lesioni a pubblico ufficiale.

Gli agenti del Reparto hanno anche denunciato una falsa mima per questua molesta e travisamento.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.