TOSCANA

Giovedì, 04 Ottobre 2018 21:17

Firenze, furto di bici e droga nei parchi: arresti e denunce

Controlli della polizia in centro, Cascine e Fortezza da Basso

FIRENZE - Raffica di controlli della Polizia di Stato a Firenze dove, tra martedì e mercoledì, gli agenti delle Volanti, dei Commissariati di San Giovanni e Rifredi Peretola e del Reparto Prevenzione Crimine Toscana hanno effettuato due arresti e denunciato altre quattro persone.

Il primo arresto, in ordine cronologico, è avvenuto ieri mattina in viale Guidoni, nei pressi dell’Università, ad opera degli agenti del Commissariato di Rifredi Peretola. Avendo ricevuto ultimamente numerose segnalazioni di furti di biciclette ai danni di giovani studenti universitari, ieri mattina è stato predisposto un servizio di osservazione in borghese. Verso le 10.30 un 30enne italiano - già conosciuto per i suoi precedenti di polizia e con in atto un obbligo di firma per un furto di bicicletta commesso nell’agosto di quest’anno - si è avvicinato ad una mountain bike e, dopo essersi guardato intorno, ha rotto il catenaccio con una tronchese prelevata da sotto gli indumenti. Fermato prima di mettersi in sella, il giovane italiano è stato arrestato con l’accusa di furto pluriaggravato, mentre la bicicletta, del valore di circa 300€, è stata restituita al proprietario, uno studente di 22 anni.

Nel pomeriggio, invece, gli agenti del Commissariato San Giovanni hanno arrestato in via Santa Reparata - nei pressi della mensa universitaria - un 34enne algerino destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per una rapina impropria commessa a Firenze nel settembre scorso. Erano quasi le tre di notte del 19 settembre quando il 34enne algerino, in via Calimala, dopo aver sfilato dalla borsa di una giovane statunitense il cellulare ed il portafoglio con 200€ all’interno, non aveva esitato ad afferrare ed a spintonare la ragazza che chiedeva aiuto. Intervenuti due ragazzi in soccorso della vittima, il cittadino algerino - che nel frattempo era riuscito ad arrivare in Piazza del Mercato Centrale - li aggrediva brandendo contro di loro una bottiglia e sferrando dei pugni all’indirizzo di uno dei due al fine di guadagnare la fuga.

Ieri sera, invece, nel corso dei controlli dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Firenze, gli agenti delle volanti hanno passato al setaccio i giardini della Fortezza da Basso, Piazza Indipendenza, Largo Alinari, Largo Annigoni, Piazzale di Porta al Prato e la Loggia del Porcellino. Quattro soggetti di età compresa tra i 29 ed i 39 anni (un cittadino marocchino, un cittadino tunisino, un cittadino gambiano ed un cittadino albanese) sono stati denunciati perché irregolari sul territorio nazionale ed il 30enne marocchino, a seguito delle procedure avviate dall’Ufficio Immigrazione della Questura, questo pomeriggio è stato accompagnato presso il centro per i rimpatri di Brindisi.

Ai giardini della Fortezza ed in Largo Annigoni, poi, gli agenti hanno rinvenuto con l’ausilio di Mia, il cane antidroga della Questura di Firenze, quasi 60 grammi di hashish, sequestrati a carico di ignoti.

Infine, la sera precedente, nel corso dei controlli degli agenti del Commissariato di Rifredi Peretola e del Reparto Prevenzione Crimine Toscana, nei giardini delle Cascine Mia ha trovato nascosti tra le siepi 230 gr. di marijuana e quasi 10 grammi di eroina, tutto sequestrato a carico di ignoti.

Nel corso dei due giorni sono state identificate complessivamente 110 persone.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.