TOSCANA
Giovedì, 13 Settembre 2018 16:08

Firenze, nuove aiuole per la stazione Santa Maria Novella

Intervento dal valore di 130mila euro

FIRENZE - Sono state inaugurate stamani le quattro aiuole di piazza della Stazione, che si estendono per 2.500 metri quadrati di fronte alla stazione ferroviaria ideata e costruita negli anni ‘30 dall’architetto Giovanni Michelucci.

Delimitate da una ringhiera artistica in metallo, sono formate da un prato arricchito da piante sempreverdi con tanto di impianto di irrigazione. All’inaugurazione ufficiale erano presenti tra gli altri il sindaco Dario Nardella, gli assessori all’Ambiente Alessia Bettini e allo Sviluppo economico e Turismo Cecilia Del Re, il sindaco di Scarperia e San Piero Federico Ignesti e i rappresentanti dell’azienda mugellana Chi.Ma Florence che ha sede a Scarperia e San Piero.

“Queste aiuole sono un bel biglietto da visita per chiunque parta o arrivi a Firenze - ha detto il sindaco Dario Nardella -. Questo progetto rientra nel nostro piano di sponsorizzazioni del verde pubblico e, al momento, è sicuramente il progetto più importante. Dove adesso ci sono queste belle aiuole, realizzate sul modello di quello di piazza Santa Maria Novella, prima c’era un’area degradata”. “Abbiamo realizzato questo nuovo luogo di bellezza per la città anche grazie alla collaborazione con l’azienda Chi.Ma Florence - ha spiegato il sindaco -, un’importante realtà imprenditoriale del nostro territorio che ha sede nel Mugello e che ha capito la sfida, permettendoci di realizzare questo bel lavoro”.

I lavori per la realizzazione delle aiuole sono iniziati lo scorso 13 giugno e sono stati coordinati dai tecnici della Direzione ambiente del Comune. L’intervento del valore complessivo di 130mila euro ha visto la partecipazione finanziaria dell’azienda Chi.Ma Florence spa, sponsor privato selezionato con procedura di evidenza pubblica. L’azienda ha stanziato trentamila euro per l’acquisto e la piantumazione delle opere a verde e per la manutenzione ordinaria del verde per 24 mesi.

Le aiuole sono delimitate da una ringhiera alta circa 30 centimetri e costituita da un modulo che si ripete lungo tutto il perimetro, composto da un archetto semicircolare, realizzato con un tondo di ferro pieno di circa 1,4 centimetri di diametro. Gli ancoraggi che la sostengono sono stati realizzati dall’interno dell’aiuola e non saranno più visibili quando le piante sempreverdi saranno cresciute.

Riprendendo la tipologia delle ringhiere presenti in molte altre piazze della città, come ad esempio piazza Santa Maria Novella, anche questa non sarà verniciata, ma trattata con soluzione acida contro la ruggine. Per la progettazione del giardino l’azienda Chi.Ma Florence spa si è avvalsa della professionalità dell’architetto Niccolò Grassi, mentre le ingegnerizzazioni, i rilievi e i rendering sono stati realizzati dallo Studio Massimo Vegni.

La realizzazione è stata affidata invece a Meucci Garden. Nelle quattro aiuole sono state messe varie tipologie di piante tra cui 1.392 mq di Lonicera pileata, 712 mq di prato, 105 mq di Festuca punctoria e Tulbaghia violacea e circa 300 mq di rose bianche. L’intero progetto ha ottenuto il preliminare nulla osta della Soprintendenza.

qui vanno inseriti i moduli banner

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.