TOSCANA

Giovedì, 05 Luglio 2018 11:09

Firenze, la Dia confisca 2 milioni di euro a imprenditore

Adesso sono di proprietà dello Stato

FIRENZE – La Dia di Firenze ha confiscato definitivamente beni per 2 milioni di euro all’imprenditore calabrese Nicola Cellea.

Collea è attivo da molti anni a Firenze nel settore della ristorazione d è stato già condannato per traffico di cocaina e legami con appartenenti a cosche della ‘ndrina “Arcoti” di Reggio Calabria. Nel 2016 il tribunale di Firenze, su proposta del direttore della Dia, aveva disposto nei suoi confronti la confisca di tre immobili: un appartamento di pregio e due fondi commerciali nel centro storico fiorentino che attualmente sono ristoranti.

Nel provvedimento era stato evidenziato come Callea “scompariva sul piano fiscale e cessava di prestar dichiarazione dei redditi”, spogliando, nel contempo e solo apparentemente, l’intero nucleo familiare di tutti i beni ad esso riconducibili. Il ricorso da lui presentato contro tale decisione è stato respinto dalla Corte d’Appello di Firenze a febbraio dello scorso anno così come quello avanzato successivamente davanti ai giudici di Cassazione che, a giugno, hanno confermato la legittimità del provvedimento.

La Dia di Firenze ha dato esecuzione alla sentenza che dispone il definitivo passaggio dei beni confiscati al patrimonio dello Stato.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.