TOSCANA

Martedì, 05 Giugno 2018 14:40

Cresce la Metalmeccanica fiorentina

Sorrentino: "La specializzazione è quella che paga"

FIRENZE – La metalmeccanica fiorentina: 2200 imprese per più di 24mila addetti (che rappresentano il 28% degli addetti del manifatturiero), con oltre 3miliardi di euro il valore delle esportazioni.

Un patrimonio variegato di eccellenze che contribuisce a rendere la Toscana la quinta regione metalmeccanica d’Italia, con 20 miliardi di fatturato, 75mila occupati. “In contesto come quello attuale, di un mercato ormai globale, dove ci misuriamo con nuovi concorrenti che vengono da paesi emergenti, le nostre imprese riescono a crescere sempre di più all’estero, dimostrando la loro capacità di competere.

"La specializzazione è quella che paga – sottolinea Paolo Sorrentino, presidente della Sezione Metalmeccanica di Confindustria Firenze -. La strategia vincente delle nostre imprese metalmeccaniche è data dalla loro abilità di interpretare il mercato e dalla loro maestria ad attrarre talenti, favorendone lo sviluppo”.

Per numero di imprese la metalmeccanica nell’area metropolitana di Firenze rappresenta il 18% del totale manifatturiero e il 2,2% dell’intera economia, i “prodotti in metallo” contano il numero maggiore (58,7%) di aziende, seguiti da “macchine e apparecchi meccanici” (17,3%).

Il panorama fiorentino del settore è stato oggi, in contemporanea a molte altre città italiane, in una iniziativa che vuole sottolineare il ruolo delle Imprese anche dal punto di vista sociale e l’importanza che hanno le aziende metalmeccaniche sia dal punto di vista Industriale che culturale.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.