TOSCANA
Giovedì, 18 Gennaio 2018 17:39

Asl, siglato accordo per vaccinare i bambini nell'ambulatorio del pediatra

FIRENZE - Siglato l’accordo tra l'Asl Toscana Centro e Pediatri di famiglia in tema di prevenzione, percorsi assistenziali e miglioramento della promozione dell’offerta vaccinale.

Uno dei punti qualificanti dell’accordo riguarda la vaccinazione, grazie alla piena collaborazione da parte dei pediatri, i bambini possono già effettuarla nell’ambulatorio del proprio medico.

Il documento ha validità triennale e valorizza ancor più il ruolo del pediatra di famiglia. Oltre ai compiti di diagnosi e cura e di prevenzione e promozione della salute, il pediatra è coinvolto nell’organizzazione e nell’ erogazione delle vaccinazioni e quindi ha un ruolo attivo nell’informare, promuovere ed acquisire il consenso dei genitori alla vaccinazione.

L’accordo si sviluppa individuando cinque obiettivi: vaccinare almeno il 95% degli assistiti nella fascia di età da zero a sei anni; coinvolgimento negli incontri condotti insieme all’Azienda Sanitaria su vaccinazioni ed appropriatezza prescrittiva; appropriatezza farmaceutica in particolare per l’utilizzo di antibiotici e farmaci respiratori; miglioramento dell’appropriatezza prescrittiva relativa alla specialistica territoriale; screening obesità e sovrappeso.

L’accordo pone le premesse per raggiungere un miglioramento significativo dell’appropriatezza, in modo da intercettare i bisogni di salute e trattarli in maniera adeguata, sulla base di protocolli e linee guida comuni.

Sono 201 i pediatri dell’Azienda Sanitaria (102 nell’area fiorentina, 34 nell’area pratese, 36 nell’area pistoiese e 29 in quella empolese).

Per quanto riguarda le vaccinazioni 122 pediatri di famiglia hanno aderito all’accordo (il 60,7%). Sono 66 nel territorio della ex Usl 10 di Firenze (65%) , 19 nell’ex Usl 4 di Prato (56%) , 9 nell’ex Usl 3 di Pistoia (25%) e 28 nell’ex Usl 11 di Empoli (97%).

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.