TOSCANA
Domenica, 12 Novembre 2017 09:03

L'Accademia delle Belle Arti al via con tante novità

FIRENZE - Ben 160 matricole hanno partecipato alla cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2017/2018 della Libera Accademia di Belle Arti di Firenze.

Un momento formale di confronto, utile per descrivere le attività dell’istituto di piazza di Badia a Ripoli e illustrare ai giovani creativi le collaborazioni attive con istituti e aziende, di interesse locale e nazionale.

La mattinata si è aperta con i saluti e il discorso introduttivo del direttore Mauro Manetti, che ha fatto riferimento alle tante progettualità in cantiere per il nuovo anno.

"Abbiamo pronto un calendario di eventi e stiamo aspettando alcune conferme - ha spiegato il direttore -. Vorremmo che l'Accademia diventasse, sempre più, un luogo di discussione, di riflessione e dialogo, aperto alla città e al territorio".

Con la cerimonia di ieri, si dà quindi il via – formalmente – al nuovo anno di studi, che vedrà gli iscritti frequentare lezioni e laboratori dei cinque indirizzi di corso offerti: fotografia, moda, design, graphic design e arti visive-pittura. La didattica riparte quest’anno, forte di un ulteriore traguardo raggiunto: il riconoscimento della completa autonomia della sede fiorentina rispetto al network LABA con sede a Brescia, con cui comunque la LABA di Firenze continuerà a confrontarsi per iniziative congiunte. L’ufficialità è arrivata con il decreto ministeriale 358 del 30 maggio 2017: l’accademia è dunque autorizzata dal Miur a rilasciare titoli di 1° e 2° livello, equipollenti alla laurea.

Le novità. Per il nuovo anno, la LABA di Firenze ha in serbo diversi progetti. Al solito, saranno portate avanti le sinergie con i marchi italiani e stranieri, per consentire agli iscritti di confrontarsi direttamente con il mondo del lavoro: saranno quindi proposti seminari, approfondimenti, workshop e giornate tematiche con ospiti di rilievo.

Ma la didattica si arricchirà ulteriormente grazie ai corsi estivi in lingua inglese, rivolti a studenti interni o a persone esterne alla LABA. Si tratta del primo anno di sperimentazione del progetto, aperto anche a professionisti, con la possibilità di iscriversi direttamente online ai corsi in design, fotografia e arti visive: 60 ore totali, spendibili nelle settimane comprese tra il 25 giugno e il 3 agosto 2018 e divise tra lezioni teoriche ed attività pratiche. Si tratta, in sostanza, di corsi brevi di approfondimento, con diversi livelli di difficoltà, a cui possono aderire, ad esempio, anche i turisti in visita in Italia. I crediti acquisiti al termine dell’iter hanno validità nel paese d’origine.

E proprio per rafforzare il legame tra la formazione e il mondo del lavoro, per la prima volta quest’anno sarà attivata infine una piattaforma interna riservata al Job Placement: un database digitalizzato, in cui le aziende interessate potranno consultare direttamente i profili dei giovani laureati, individuare il portfolio di ogni singolo ragazzo e scegliere di contattarlo per avviare un tirocinio o una collaborazione professionale.

 

qui vanno inseriti i moduli banner

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.