Contenuto Principale

Calenzano, bracconieri beccati con le mani nel sacco. Denunciati

CALENZANO – Si erano appostati di notte dentro la recinzione del Lago la Cassiana, a Calenzano.

Dove - con un arsenale che comprendeva fucili, munizioni di ogni tipo, coltelli e puntatori laser – due bracconieri erano soliti nascondersi per cacciare cinghiali di frodo. Martedì 18 aprile la segnalazione ai carabinieri forestali di Ceppeto.

I militari hanno così intercettato i due cacciatori, nella notte tra il 18 e il 19 aprile, mentre viaggiavano in un veicolo pieno di attrezzatura per l'attività venatoria e pane raffermo per la “pastura” che attira l'animale per finire sotto tiro. L'appostamento per la caccia notturna era così organizzato: tre punti di foraggiamento con pane e castagne e un punto di sparo per colpire in ognuna delle tre zone.

I bracconieri sono stati denunciati per porto abusivo di arma, esercizio della caccia in giorno di silenzio venatorio e foraggiamento cinghiali fuori dai limiti consentiti. Sequestrate le armi e le munizioni.  

Commenti   

#1 roberta 2017-04-21 21:33
Meno male che, anche se vestiti da carabinieri, i forestali esistono ancora
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna