Contenuto Principale

Castelfiorentino. Sparatoria in piazza, due feriti gravi

Piazza Gramsci a Castelfiorentino Piazza Gramsci a Castelfiorentino

CASTELFIORENTINO – Un telefonino potrebbe essere la causa della lite sfociata in una sparatoria, avvenuta ieri sera poco dopo le 22 in piazza Gramsci.

Due persone di origini marocchine, H.C. Di 30 anni e A.E. Di 35 anni, sono state ricoverati al'ospedale di Empoli in gravi condizioni.

La lite è iniziata all'interno di una pizzeria ed è proseguita nella piazza. Un uomo è entrato nel negozio accusando i due marocchini di avergli rubato l'orologio. In quel momento nel negozio c'erano numerosi clienti. I tre sono usciti in piazza dove la lite è presto degenerata. L'uomo a cui sarebbe stato rubato il cellulare, ha preso una pistola che aveva in auto ed ha fatto fuoco sugli altri due. Poi è fuggito.

La gente ha dato immediatamente l'allarme e la centrale operativa del 118 ha inviato sul posto un'automedica di Certaldo e ambulanze della Misericordia di Castelfiorentino e Certaldo. Sul posto anche i Carabinieri che hanno iniziato la caccia all'aggressore che non è stato ancora identificato.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

Cerca nel sito

Agenda Toscana

Lavori in via Genova e in via Cavour, i divieti e le deviazioni

PRATO - Per consentire l'esecuzione di lavori di rifacimento del tappeto d'usura in…

Cin cin con Umberto Smaila all'agriturismo Le Fontane

PISTOIA - Giovedì 20 luglio Umberto Smaila e la sua band accompagneranno gli ospiti e i…

Anzianinforma, punto informativo per i cittadini ultrassessantacinquenni

PISTOIA - L'Assessorato alle politiche sociali del Comune di Pistoia, in collaborazione…

Alla San Giorgio un concorso che mette in palio un chilo di libri

PISTOIA - Anche in tempi d'estate la biblioteca San Giorgio rivolge iniziative ai propri…

Pistoia, lavori rete idrica: giovedì 20 mancanza d'acqua in alcune vie

PISTOIA - Publiacqua informa i cittadini del Comune di Pistoia che, causa urgenti lavori…

Reportpistoia su Facebook