LOCANDA ZACCO
Ristorante - Bed & Breakfast 
Basterebbe la posizione di per sé a promuovere a pieni voti la Locanda Zacco. Scendi dall'auto e ai tuoi piedi c'è la bellissima distesa della Valdinievole e la profondità della piana che va verso Fucecchio, Empoli e Firenze. Magnifico. Il resto, dà sostanza alla prima impressione. La locanda si trova nel comune di Marliana, a 800 metri di altitudine e ad una manciata di chilometri da Montecatini, lungo la strada che tagliando boschi e foreste, raggiunge Prunetta per poi inerpicarsi verso Abetone. Un gioiello incastonato in un mare di verde antico, ricco di bellezza e di storia. Come la locanda. Il ristorante, a conduzione familiare, dispone di una sala principale riscaldata in inverno da un caratteristico caminetto e di una graziosa veranda, per una capienza complessiva di circa 60 persone; in estate invece, il giardino esterno permette di gustare le nostre ricette immersi nella naturale tranquillità della montagna, in un ambiente unico e suggestivo. Il menù della locanda varia ogni settimana, seguendo i cambiamenti che la natura offre nelle varie stagioni dell’anno. Menù ricco e variegato. Gli antipasti, oltre ad un’ampia selezione di affettati e formaggi offrono una scelta di terrine calde, con formaggio fuso in forno, abbinati a frutta, verdura e affettati. Le nostre specialità sono le paste fatte in casa: a partire dai tortelli, con ripieni che variano in base alle stagioni (castagne, zucca, funghi porcini etc.), passando per gli spaghetti, maccheroni e tagliolini, senza dimenticare i risotti o le zuppe nei periodi invernali. In Toscana naturalmente non può mancare la carne; filetti di manzo all’Alpina, o con salsa di Chianti, maialino di latte al forno e prosciutto arrosto sono solo alcuni esempi delle proposte che è possibile trovare. Oltre alla ristorazione la Locanda Zacco offre ai suoi ospiti la possibilità di sostare più a lungo, utilizzando una delle camere, così da godere a fondo l’ambiente confortevole e la tranquillità naturale circostante. E le camere sono davvero un tocco di classe.
Stampa
 
LOCANDA ZACCO - Ristorante Bed & Breakfast
Via Mammianese 49 Loc. "Goraiolo" Marliana PT / tel. 0572.698028

Contenuto Principale

di Ilaria Lumini

PISTOIA - Tre forse quattro martellate in pieno viso, all'altezza dello zigomo. La vittima è caduta a terra con il volto coperto di sangue davanti agli occhi inorriditi dei passanti.

Pubblicato in Pistoia

PISTOIA - “The Exhibition!” è la tappa finale della prima edizione del progetto “Incontri di fotografia” che, dal maggio scorso, si è tenuto al circolo Arci Hochiminh di Pistoia.

Pubblicato in Cultura

PISTOIA - Senza sosta il piano di pulizia della città.

Pubblicato in Pistoia

Il Circolo Ho Chi Minh in Porta al Borgo, a Pistoia, è da oltre 15 anni punto di riferimento per generazioni di giovani e meno giovani alla ricerca di un luogo di incontro e di condivisione.

Pubblicato in Agorà

di Francesco Lauria

PISTOIA - Confesso che varcando i locali de “Il cappellaio matto” colmo una curiosità di alcuni mesi. Per tre anni ho abitato di fronte al fondo, vuoto come altri nella zona, che, tra via Gora e Barbatole e Porta al Borgo, ospitava un tempo un oleificio.

Pubblicato in Società

PISTOIA - Sarà sospesa l'erogazione dell'acqua in diverse zone di Pistoia.

Pubblicato in Pistoia
Domenica, 06 Settembre 2015 22:45

Acqua, calo di pressione in Porta al Borgo

PISTOIA – Nelle ultime ore nella zona di Porta al Borgo si è registrato un notevole calo di pressione.

Pubblicato in Pistoia

di Riccardo Gorone

PISTOIA - Ritorna in via di Porta al Borgo la vetrina aperta del “Natale nel Borgo”, così si intitola l'iniziativa inserita nel programma del Comune di Pistoia Natale in Città, promossa dal Comitato “Noi di Porta al Borgo” e realizzata grazie alla collaborazione della Cna Area territoriale di Pistoia.

Pubblicato in Pistoia

PISTOIA - Da venti giorni aspettano una telefonata dal sindaco Samuele Bertinelli. I commercianti dell'associazione “Commercio Pistoia”, avevano chiesto alla segreteria del sindaco un appuntamento per parlare dei problemi del commercio cittadino dopo il diniego alla richiesta del “Comitato di Porta al Borgo” di chiudere la strada per allestire un mercatino.

Pubblicato in Pistoia

Tra le tante iniziative che animeranno la città nel fine settimana della domenica delle Palme, mancherà all'appello quella organizzata già da tempo dal neo comitato “Noi di Porta al Borgo” nato proprio dall'esigenza di rianimare un angolo della città che, seppur importante storicamente, negli ultimi anni è stato trascurato e abbandonato. L'amministrazione Comunale, infatti, con una risposta giunta a soli tre giorni dall'evento, ha bocciato l'iniziativa negando la chiusura al traffico dell'omonima strada, adducendo mancate condizioni di sicurezza della circolazione veicolare e pedonale. Questo è quanto afferma una nota della CNA di Pistoia. Cosa è cambiato rispetto ai percorsi notturni dello scorso anno svoltisi in luglio e ancora rispetto alle domeniche prenatalizie? 

Una decisione non comprensibile, prosegue la nota della CNA, di cui non resta che prendere atto ma che ci obbliga a delle doverose riflessioni. Come si possono autorizzare in altri luoghi della città analoghe iniziative privilegiando strade e luoghi che comunemente soffrono meno rispetto a Porta al Borgo  penalizzando ulteriormente quest'ultima proprio per la disparità di trattamento? Attraverso quali iniziative la nostra amministrazione pensa di guidare un recupero della zona?

Il comitato “Noi di Porta al Borgo è composto perlopiù da giovani imprenditori, che hanno deciso di investire, impegnandosi personalmente per il recupero della zona e della conseguente vivibilità. Quali alternative ci propone l'amministrazione di fronte a questo diniego che appare insopportabile alla luce dello svilimento dell'impegno del singolo cittadino per il recupero della cosa pubblica laddove, evidentemente, l'amministrazione non interviene direttamente.

In un momento nel quale le attività economiche soffrono, ancor più nelle zone dimenticate dall'amministrazione, è incomprensibile il rifiuto ricevuto, in considerazione, soprattutto, della manifesta fattibilità dell'iniziativa determinata dalle esperienze precedenti.

Un danno ai commercianti di Porta al Borgo, che restano basiti da tale decisione, ma anche ai cittadini stessi che vi risiedono, che perderanno l'occasione di vedere, ancora una volta e solo per una domenica, la propria zona rivitalizzata.

E' necessario globalmente creare un nuovo e maggiore interesse su Pistoia, riattivare i percorsi turistici, valorizzare patrimoni culturali, ma nel fare questo, per equità e giustizia, non dobbiamo dimenticare nessuno. In sintesi, dobbiamo riaccendere le luci su Pistoia, ma su tutta Pistoia, senza differenza alcuna.

 

 

 CNA area territoriale Pistoia e Serravalle Pistoiese 

 

Pubblicato in Agorà
Pagina 1 di 2