LOCANDA ZACCO
Ristorante - Bed & Breakfast 
Basterebbe la posizione di per sé a promuovere a pieni voti la Locanda Zacco. Scendi dall'auto e ai tuoi piedi c'è la bellissima distesa della Valdinievole e la profondità della piana che va verso Fucecchio, Empoli e Firenze. Magnifico. Il resto, dà sostanza alla prima impressione. La locanda si trova nel comune di Marliana, a 800 metri di altitudine e ad una manciata di chilometri da Montecatini, lungo la strada che tagliando boschi e foreste, raggiunge Prunetta per poi inerpicarsi verso Abetone. Un gioiello incastonato in un mare di verde antico, ricco di bellezza e di storia. Come la locanda. Il ristorante, a conduzione familiare, dispone di una sala principale riscaldata in inverno da un caratteristico caminetto e di una graziosa veranda, per una capienza complessiva di circa 60 persone; in estate invece, il giardino esterno permette di gustare le nostre ricette immersi nella naturale tranquillità della montagna, in un ambiente unico e suggestivo. Il menù della locanda varia ogni settimana, seguendo i cambiamenti che la natura offre nelle varie stagioni dell’anno. Menù ricco e variegato. Gli antipasti, oltre ad un’ampia selezione di affettati e formaggi offrono una scelta di terrine calde, con formaggio fuso in forno, abbinati a frutta, verdura e affettati. Le nostre specialità sono le paste fatte in casa: a partire dai tortelli, con ripieni che variano in base alle stagioni (castagne, zucca, funghi porcini etc.), passando per gli spaghetti, maccheroni e tagliolini, senza dimenticare i risotti o le zuppe nei periodi invernali. In Toscana naturalmente non può mancare la carne; filetti di manzo all’Alpina, o con salsa di Chianti, maialino di latte al forno e prosciutto arrosto sono solo alcuni esempi delle proposte che è possibile trovare. Oltre alla ristorazione la Locanda Zacco offre ai suoi ospiti la possibilità di sostare più a lungo, utilizzando una delle camere, così da godere a fondo l’ambiente confortevole e la tranquillità naturale circostante. E le camere sono davvero un tocco di classe.
Stampa
 
LOCANDA ZACCO - Ristorante Bed & Breakfast
Via Mammianese 49 Loc. "Goraiolo" Marliana PT / tel. 0572.698028

Contenuto Principale
Venerdì, 24 Marzo 2017 06:07

Le bugie e le amnesie di Alessio Bartolomei

di Alessandro Giovannelli*

Pistoia - Le elezioni si avvicinano. Tenetevi forte, naviganti: d'ora in avanti la verità diventerà malleabile strumento nelle mani dei candidati.
Alessio Bartolomei, per inaugurare la stagione del ritorno ai partiti - la Lega Nord sarà la sua nuova casa per questo turno di amministrative - si è lasciato scappare alcune bugie un po' troppo vistose per essere farina del sacco di un consigliere comunale attento e di lungo corso come lui: parlando del passaggio di proprietà di quella che allora era AnsaldoBreda ai giapponesi di Hitachi Rail, Bartolomei, dalle pagine dei giornali di oggi, mette in fila, in un solo periodo, una sequenza di falsità da record.

Primo. La giunta Bertinelli non ha mai remato contro la vendita di AnsaldoBreda ad Hitachi. Ha, casomai, contribuito a renderla più appetibile con la rapida approvazione, della quale il Consiglio Comunale porta la propria quota parte di merito, di una variante urbanistica relativa alle altezze dei tessuti produttivi, che ha consentito di procedere alla realizzazione, in tempi compatibili con le esigenze industriali dell'azienda, della nuova sala prove, recentemente inaugurata.

Secondo. L'attuale Amministrazione non ha chiesto al Consiglio Comunale di votare sei volte ordini del giorno riguardanti la situazione di AnsaldoBreda, bensì una volta soltanto, nel novembre del 2013. Prendiamola col sorriso: l'utilizzo di iperboli fa parte integrante del linguaggio di Alessio.

Terzo. La considerazione di sostanza: esattamente al contrario di quanto affermato da Bartolomei, l'ordine del giorno, peraltro fatto proprio dall'intero Consiglio Comunale, che lo ha votato alla unanimità (e che, dunque, non rappresenta soltanto la posizione del sindaco e della sua giunta), non chiedeva affatto a Regione e Governo di non vendere AnsaldoBreda per farla rimanere pubblica; affermava, anzi, l'interesse dell'intero territorio pistoiese all'apertura di un confronto serio finalizzato all'obiettivo irrinunciabile del rilancio dell'azienda, «discutendo laicamente - così recitava l'ordine del giorno - sugli strumenti attraverso i quali raggiungerlo».
Veniva, casomai, espresso rammarico, un rammarico che mi sento di ribadire ancora oggi, per la mancanza di volontà dei soggetti pubblici di investire con determinazione in un settore, il ferrotranviario, che, come ci sta dimostrando Hitachi Rail, se sostenuto da investimenti adeguati, in termini di risorse materiali ed umane, può essere ancora motore di occupazione e sviluppo.
Tralascio, per economia, qualunque considerazione sulla prima parte dell'articolo, nella quale Bartolomei, ignorando completamente il "dettaglio" del perdurare della crisi che ancora attanaglia l'economia italiana e mondiale, e che ha colpito molto duramente negli ultimi 5 anni, anche in termini di occupazione, non solo a Pistoia ma ovunque, individua nelle politiche del sindaco la causa dell'aumento di iscrizioni al centro per l'impiego. Roba da restare basiti.
Alle elezioni mancano ancora diverse settimane, e pare ne vedremo - soprattutto ne ascolteremo - delle belle.

*Segretario Unione comunale di Pistoia

 

Pubblicato in Agorà

PISTOIA - Le elezioni amministrative sono alle porte, il quadro delle candidature è pressoché definito, anche se è ancora da riempire la casella dei Comitati civici.

Pubblicato in Pistoia

di Michele Parronchi

Pistoia - Parlando con le persone e conoscendo, loro, la mia passione, il discorso cade quasi sempre sulla politica.

Pubblicato in Agorà

di Alberto Vivarelli

PISTOIA - Il puzzle elettorale pistoiese non è ancora composto, ma si cominciano a vedere i primi pezzi.

Pubblicato in Pistoia

PISTOIA - Sarà Lorenzo Berti, trentatreenne informatico e Project Manager, il candidato sindaco di Pistoia  del movimento politico CasaPound.

Pubblicato in Pistoia

QUARRATA - È ufficiale: la sezione quarratina del Partito Democratico ha scelto Marco Mazzanti come candidato sindaco per il mandato amministrativo 2017/2022.

Pubblicato in Piana

PISTOIA - Una lettera appello alle cittadine e ai cittadini pistoiesi.

Pubblicato in Pistoia

di Francesco Lauria

Con l’avvicinarsi delle elezioni amministrative nella città di Pistoia, previste per la prossima primavera, si fa sempre più forte, in me il ricordo dell’incredibile e “matta” esperienza vissuta a Parma, nel corso delle elezioni del 1998.

Pubblicato in Agorà