LA BRACE
Ristorante Pizzeria 
Il ristorante pizzeria la Brace si trova a poche centinaia di metri dal centro storico, è un locale moderno, apprezzato dai giovani ma anche da meno giovani e famiglie. A conduzione familiare, è gestito da venti anni da Claudio e Laura, che con la loro esperienza nella ristorazione - e la passione di Laura nel creare sempre piatti nuovi - offre alla clientela un menù tipico di cucina toscana di terra e mare con piatti sempre nuovi. Completa l'offerta la gentilezza e la preparazione di Claudio che riesce sempre a soddisfare le esigenze dei clienti. Quest'anno nel menù sono stati inseriti piatti nuovi a base di tartufo, funghi e pesce. Ad accompagnare le portate, una eccellente carta dei vini con le migliori etichette, compresi i vini biologici. Per chi ama la pizza cotta nel forno a legna, qui può trovare numerose varietà di proposte, oltre alle schiacciatine ed ai calzoni, accompagnati da buone birre, vini e bevande varie. Per chi viene a visitare Pistoia, il locale offre un menù turistico a 15 €, e il giovedì serata speciale con pizza e bevuta a 8 €.




Stampa
 
LA BRACE - Ristorante Pizzeria

Via delle Olimpiadi, 2, 51100 Pistoia PT
Per info: 0573 26352
Contenuto Principale

PISTOIA - Dopo la notizia pubblicata ieri da Reportpistoia, che ha raccontato di un uomo che alla Coop ha fotografato alcuni richiedenti asilo in fila alla cassa, arrivano le prime reazioni politiche alla vicenda.

Pubblicato in Pistoia

PISTOIA – Il capogruppo Pd in consiglio comunale, Walter Tripi, chiede concretezza e idee sul tema della scuola ed in particolare sulla vicenda della scuole Attilio Frosini e sul loro “destino” per il prossimo anno. 

Pubblicato in Pistoia

PISTOIA – Dibattito aperto in casa Pd dopo il risultato elettorale che ha sancito la vittoria del centrodestra al ballottaggio dello scorso 25 giugno.

Pubblicato in Pistoia

PISTOIA - È tutto pronto per le primarie del Partito Democratico che eleggeranno il nuovo segretario e la nuova assemblea nazionale.

Pubblicato in Pistoia

PISTOIA - Alle elezioni comunali del prossimo 11 giugno si rinnova la sfida tra Samuele Bertinelli e Roberto Bartoli.

Pubblicato in Pistoia

PISTOIA - “È naturale e auspicabile un sostegno compatto del Pd e del centrosinistra alla ricandidatura di Bertinelli”.

Pubblicato in Pistoia

di Riccardo Trallori *

L'esito del referendum è incontrovertibile. Salta immediatamente alla vista il dato sull'affluenza, davvero straordinario, e quello sull'esito chiaro e netto della vittoria del fronte del No.
Matteo Renzi si è dimesso perchè il popolo italiano ha bocciato l'essenza viva di questa legislatura: la Riforma degli assetti istituzionali del Paese. E' stato sconfitto ed oggi dinanzi al Presidente Mattarella ha rassegnato le dimissioni. Spetterà proprio al Presidente della Repubblica guidare questa fase, proprio come la Costituzione prevede.

Mi auguro che si possa rapidamente votare una nuova legge elettorale, che permetta di garantire un minimo di governabilità, e che si vada al voto. Al variegato fronte del No oltre all'onore della vittoria spetta l'onere di dover proporre e non più solo criticare o abbattere. Qui sarà il primo vero banco di prova. Il PD avrà così modo di discutere e valutare con responsabilità le proposte che
verranno da quel fronte così euforico quanto diverso.
A livello provinciale il Si si mantiene in linea con il dato toscano, confermando la vittoria con 85000 voti in termini assoluti e 52 punti percentuali. Un voto che nella nostra provincia ha visto l'affermarsi del SI, con esiti disomogenei nei diversi territori.
Adesso si apre una fase nuova e delicata ed il nostro compito è quello di portare avanti le nostre idee e le nostre battaglie a testa alta, convinti che questi mesi di impegno siano serviti per seminare e per riaccendere un dibattito civico sulla Costituzione che da tempo era assente.


* Segretario Prov.le PD Pistoia

Pubblicato in Agorà

di Riccardo Trallori*

Pistoia - Il referendum sulla riforma costituzionale del 4 dicembre, sarà un passaggio decisivo per il paese e per il Pd: sarà una campagna elettorale che dovremo portare avanti casa per casa, persona per persona.

Si tratta di una partita che non riguarda Renzi o qualche dirigente, ma l'Italia intera e una riforma che aspettiamo da decenni e certo non possiamo permetterci di perdere questa occasione e consegnare il paese all'instabilità e all'incertezza totali.
Nonostante alcuni dirigenti a livello nazionale stiano prendendo linee diverse da quella del Pd per il Sì al prossimo referendum, ci sentiamo di richiamare il Pd di Pistoia a un lavoro realmente corale e unitario: il raggiungimento di questo storico obiettivo non può che essere un elemento che ci tiene insieme, con entusiasmo. Le nostre legittime visioni diverse le potremo confrontare nei congressi e alle elezioni.
Oggi vorremmo che il partito e gli amministratori si dedicassero a spiegare le buone ragioni di questa riforma: il superamento del bicameralismo paritario, la capacità di approvare leggi migliori e più velocemente, un numero minore di parlamentari, una Repubblica finalmente capace di rispondere ai repentini cambiamenti della società e del contesto senza toccare i valori fondamentali e imprescindibili della nostra Costituzione.
Ringraziamo i tantissimi, iscritti e non, che in queste settimane si stanno mobilitando con forza per il nostro obiettivo. Ai segretari e ai nostri sindaci abbiamo voluto inviare una lettera per chiamare a una mobilitazione trasversale e massiva di tutte le nostre forze, senza disperdere energie.
Certo, i livelli locali e gli amministratori non potranno che continuare con il loro lavoro sui temi che riguardano le nostre città. E' ovvio però, soprattutto nei molti comuni interessati dal voto amministrativo del 2017, che soltanto dopo la decisiva scadenza referendaria potremo entrare, con altrettanta responsabilità e incisività, nelle scelte che riguarderanno i programmi, poi le coalizioni, poi le dinamiche sulle candidature. Questo percorso, siglato unanimemente dalla direzione
provinciale già lo scorso 16 luglio, non potrà che portarci ad affrontare nel migliore clima possibile questo passaggio così importante.
A tutti noi, nessuno escluso, un buon lavoro: insieme per cambiare finalmente il nostro Paese.

*segretario provinciale Pd Pistoia

Pubblicato in Agorà

PISTOIA – Dall'ex cestista Mario Boni al fotografo Aurelio Amendola passando per medici, professori universitari, dirigenti scolastici e semplici cittadini.

Pubblicato in Pistoia

PISTOIA - Riccardo Trallori lascia l'incarico di presidente della V Commissione consiliare del Comune di Pistoia, che si occupa di sicurezza sociale, sanità, attività produttive, turismo e commercio.

Pubblicato in Pistoia
Pagina 1 di 5
Ricerca / Colonna destra

Cerca nel sito