Contenuto Principale

Pistoia, partita straordinaria e Venezia annichilita. Fra due giorni gara 4

di Leonardo Cecconi

PISTOIA – Una straordinaria The Flexx Pistoia domina, vince gara 3 e costringe Venezia alla quarta sfida.

La squadra di Esposito ha giocato una partita di incredibile intensità difensiva, annichilendo i veneziani che, dopo un ottimo primo quarto, non sono più riusciti ad avvicinarsi al canestro biancorosso, affidandosi solo a conclusioni dalla distanza. Un micidiale Terran Petteway ha colpito nei momenti decisivi, assecondato da un ottimo Ronald Moore e da una squadra che ha fornito la prestazione probabilmente più bella della stagione. L'unica nota dolente è la perdita di Teddy Okereafor, uscito per una lussazione alla spalla. Fantastico ancora il pubblico pistoiese, che ha spinto la squadra fino all'ultimo istante; fra 48 ore si torna in campo, per cercare di portare i lagunari alla bella. La valutazione finale è stata di 109 a 66, con leggero predominio a rimbalzo dei pistoiesi, che chiudono con 26 assist e 18 perse, contro le 24 dei veneziani.

Prima dell'inizio della partita, Vincenzo Esposito è stato ufficialmente premiato come miglior allenatore della stagione; Pistoia parte con Moore, Petteway, Lombardi, Jenkins e Corsariol, mentre i veneziani schierano Haynes, Bramos, Tonut. Peric e Ortner. Gli ospiti partono fortissimo, bombardando la retina pistoiese dalla lunga distanza e dopo quattro minuti sono avanti 7-12, ma la The Flexx gioca bene e con una schiacciata di Petteway impatta sul 18-18 a tre dalla fine. Pistoia trova il primo vantaggio, ma ancora una bomba di Viggiano permette ai lagunari di chiudere avanti il primo quarto. 

La gara è intensissima, con continui capovolgimenti di fronte; un parziale di 6-0 per Pistoia permette ai toscani di tornare avanti 28-26, ma Batista e Stone riportano avanti gli ospiti dopo quattro minuti. La The Flexx gioca con grande coraggio, difendendo con straordinaria energia e ne fa le spese Okereafor, che tentando una stoppata su Peric, esce dal campo per un infortunio alla spalla. Venezia ha difficoltà a trovare la via del canestro ed il quarto si chiude con la The Flexx avanti di sette lunghezze, grazie ad una tripla di Boothe allo scadere. La valutazione dice 48 a 28 per i toscani, con Venezia che perde ben 14 palloni. 

Pistoia tocca il +10 con una tripla di Petteway, prima che Batista e Boothe prendano un doppio tecnico per scorrettezze; l'inerzia della partita rimane biancorossa e De Raffaele chiama un time out a metà tempo, con Pistoia avanti 54-42. La squadra biancorossa trova anche il massimo vantaggio sul +14, ma non riesce a capitalizzare il lavoro fatto difensivamente e si arriva all'ultimo periodo con i toscani avanti di sette punti. 

Venezia compie il massimo sforzo e con due triple di Bramos cerca di avvicinarsi sul 66-59 dopo tre minuti, ma la replica dalla lunga distanza è di Michael Jenkins. La difesa pistoiese costringe i giocatori di Venezia ad affidarsi solo alle conclusioni da tre punti, mentre dall'altra parte un gioco da tre punti di Magro tiene Pistoia avanti 74-62, a quattro dalla fine. Una tripla estemporanea di Petteway ed un canestro di Boothe mettono il sigillo alla gara, costringendo Venezia a gara 4. 

Commenti dagli spogliatoi. 

Valter De Raffaele. Doverosi complimenti a Pistoia che ha meritato questa vittoria, interpretando bene la gara per quaranta minuti. Abbiamo avuto un buon impatto, ma quando Pistoia ha iniziato a mettere le mani addosso abbiamo perso la nostra identità. L'inerzia è sempre stata nelle mani di Pistoia, quindi resettiamo e torniamo in campo fra 48 ore; loro hanno gestito bene il ritmo, mentre noi ci siamo disuniti e incaponiti in situazioni estreme, con poco equilibrio. Per vincere qui serve una partita di grande equilibrio tecnico e mentale, ma quando sono aumentate le pressioni non abbiamo più trovato riferimenti importanti. 

Vincenzo Esposito. La brutta notizia dell'infortunio di Okereafor non ci fa godere in pieno questa vittoria; al 99% sarà da operare e si tratta di un infortunio molto serio, quindi perdiamo un buon giocatore ed un ragazzo favoloso. Quando giochi con squadre da talento infinito, devi partire da una collaborazione importante e questo è stato fatto, specialmente quando loro vanno con il quintetto piccolo. Inizialmente abbiamo buttato via troppi palloni, mentre nel secondo tempo, siamo riusciti a prendere un buon vantaggio. Abbiamo vinto a rimbalzo ed abbiamo tirato meglio i liberi, che sono stati una delle cose negative nell'ultimo quarto di Venezia e siamo riusciti ad andare con quasi sei giocatori in doppia cifra. Sono contento dei minuti che ci ha dato Solazzi, che dovrà fare lo stesso nella prossima gara casalinga. La nostra difesa è stata buona, ma se andiamo a vedere hanno tirato con il 70% da due ed il 40% da tre; sono stati bravi a tirare con percentuali incredibili e Peric e Batista bravi a concludere da sotto. Siamo in una buona condizione fisica perchè abbiamo avuto una buona gestione; purtroppo perdere un giocatore come Okereafor è un grosso problema, ma il resto dei ragazzi hanno ancora benzina mentale e fisica per la prossima partita. 

The Flexx Pistoia - Umana Reyer Venezia 89-75 (22-24 / 41-34 / 60-53) 

The Flexx Pistoia: Moore (11), Petteway (26), Crosariol (4), Antonutti (6), Okereafor (0), Lombardi (8), Magro (11), Solazzi (0), Jenkins (10), Boothe (13), Di Pizzo (0). All. Vincenzo Esposito 

Umana Reyer Venezia: Ejim (5), Tonut (7), Peric (15), Bramos (13), Ress (3), Viggiano (5), Ortner (2), Haynes (8), Filloy (2), Stone (2), Batista (13), Groppi ne. All. Valter De Raffaele

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna