Contenuto Principale

Ronald Moore. "Quando ho firmato ero certo della bontà del gruppo"

di Leonardo Cecconi

PISTOIA – La sconfitta patita a Desio contro Cantù non ha certo tarpato l'entusiasmo dei biancorossi.

Ancora due gare casalinghe e la difficile trasferta di Reggio Emilia, si frappongono tra la squadra ed un inaspettato, ma meritato traguardo; una vittoria domenica scorsa avrebbe addirittura fatto sognare un piazzamento migliore, ma la squadra è ancora ottava ed entrare nei play off non è certo utopia. A presentare la gara contro Pesaro è Ronald Moore, uno dei giocatori più in forma del gruppo, che ha decisamente aumentato l'autostima, partita dopo partita e di conseguenza le doti di leadership. “Pesaro è una squadra pericolosa, ha vinto le ultime due partite e sta lottando per non retrocedere. Dobbiamo fare una partita molto solida per vincere; credo che per noi sia importante andare forte a rimbalzo e limitare i loro giocatori più atletici. Dobbiamo avere più energia di loro e dettare il ritmo”.

“Per il traguardo play off tutto è nelle nostre mani e dobbiamo affrontare queste ultime tre partite come se ognuna di esse fosse l'ultima, sapendo che saranno fondamentali. Non mi piace lasciare le cose al caso e contare su quello che potrebbero fare gli altri, quindi mi piacerebbe vincere tutte e tre le partite per garantirci il posto nei play off. Tutte le tre squadre che dobbiamo affrontare sono team tosti, buone squadre, anche se con caratteristiche diverse, ma coach Esposito fa un buonissimo lavoro di preparazione, insieme a tutto lo staff”. 

La gara con Cantù quindi non ha lasciato strascichi e, di fatto, non ha cambiato molto ai fini della classifica. Inoltre Moore non pensa ad un eventuale avversario da evitare ai play off, ma sottolinea la buonissima stagione della squadra. “Non credo che la sconfitta pregiudichi la corsa play off, anche se era una grande opportunità che purtroppo non siamo riusciti a sfruttare. Non possiamo nemmeno preoccuparci di quale avversario sarebbe da evitare, ma ci prepareremo per qualsiasi squadra troveremo, se e quando arriverà il momento. Quando ho firmato il contratto per tornare a giocare a Pistoia, il mio obiettivo era quello di lottare di nuovo per i play off e non sono sorpreso, perché ho fiducia nei miei compagni ed in me stesso”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna