SPETTACOLI
Mercoledì, 09 Maggio 2018 16:02

Santomato Live, ecco gli Almamegretta

Nuova tappa di avvicinamento al Pistoia Blues

PISTOIA -E' l'appuntamento più importante della settimana, e, al momento, dell'intera stagione del Santomato Live che pure ha proposto dal settembre dello scorso anno eventi di grande qualità. Giovedì saranno ospiti di Tony De Angelis e del suo grandissimo staff, gli Almamegretta. Un appunatmento sulla strada che porterà gli appassionati di musica al Pistoia Blues. L'evento è infatti organizzato in collaborazione con l'associazione Blues In, una collaboraborazione che non può che far bene a tutto il sistema-musica pistoiese.
Da "Road to Pistoia Blues" arriva dunque un altro bel regalo. Gli Almamegretta iniziano proprio da Pistoia il loro nuovo Dub Box Tour, in esclusiva per il Santomato Live Club. Sul palco, Raiz (voce), Gennaro "T" (batteria), Paolo Polcari (tastiere), 4mx (basso), Fefo (chitarra), Salvatore Zanella (percussioni), Albino D'Amato (dubbing-live sound engineer).
La serata sarà aperta da Emenél.
Gli Almamegretta sono una delle band italiane più interessanti dell'ultimo decennio. Nato nel 1991, il gruppo si è imposto all'attenzione del pubblico nel 1992 con il mini album Figli di Annibale, quattro brani registrati in cinque giorni, la cui title track farà parte della colonna sonora del film di Gabriele Salvatores "Sud" (1997). Ma la consacrazione arriva l'anno successivo con Anima Migrante, dove appaiono già evidenti le molteplici influenze da ogni angolo del mondo, tradotte con naturalezza in un efficace dialetto partenopeo, che si trasforma così in linguaggio universale. Tre album in tre anni e mezzo, (Figli di Annibale, Anima Migrante, Sanacore) che segnano un cammino sempre più preciso e riconoscibile verso la creazione di una "musica totale". Un'esperienza originale nel panorama musicale italiano, destinata ad influenzare diverse band successive.
Nel 1993, durante la fase di produzione del nuovo disco, conoscono Stefano"D.RaD" Facchielli che entra nella band come soundman e dub-maker; l'album presentato è Anima Migrante, prodotto da Ben Young, che vince la Targa Tenco come miglior opera prima e il singolo estratto dall'album, Sole, viene premiato da 105 Network come il brano più richiesto tra le nuove proposte. Al termine del tour italiano Tonino esce dal gruppo. Nel 1995 esce il loro secondo album, Sanacore, che viene premiato con la Targa Tenco come miglior disco in dialetto a cui seguirà un tour italiano con oltre 80 date. Nel 1996 pubblicano la raccolta Indubb che contiene brani già editi ma rivisitati in chiave dub, remixati oltre che dagli Alma stessi anche da Bill Laswell, Adrian Sherwood, Scorn e Frequecies. Il 1997 vede la collaborazione con Pino Daniele alla registrazione del brano "Canto do mar". Il terzo album degli Almamegretta, Lingo del 1998, si avvale della collaborazione di molti artisti, tra cui Pino Daniele, Laswell, Pasquale Minieri, Tommaso Vittorini, Eraldo Bernocchi e Count Dubulah, bassista dei TransGlobal Underground. Il primo disco completamente prodotto dalla band e mixato da D.RaD è 4/4 (2000). Il 2001 è l'anno di pubblicazione di Imaginaria, con cui il gruppo si aggiudica per la seconda volta la Targa Tenco per il miglior disco in dialetto e la cui copertina vince l'"Italian Grammy Awards" per il miglior progetto grafico. Il 31 dicembre gli Almamegretta suonano davanti a 70.000 persone a Napoli, in piazza del Plebiscito, per il concerto di Capodanno. L'intensa attività dal vivo in 10 anni di carriera viene sintetizzata nell'album live del 2002, Venite! Venite!. Sempre nel 202 lasciano la BMG e creano una loro etichetta, la Sanacore, con cui pubblicano nel 2003 il lavoro successivo Sciuoglie 'e cane, che vede come cantanti Patrizia Di Fiore e Lucariello al posto di Raiz che ha nel frattempo abbandonato il gruppo per la carriera solista. Collaborano alla registrazione del disco Marco Parente e Francesco Di Bella dei 24 Grana. Nel 2004 dopo il loro primo video-singolo "Preta d'oro" parte il tour invernale che subisce una triste battuta d'arresto la notte tra il 31 ottobre e il 1 novembre quando, in un incidente stradale, muore a Milano Stefano Facchielli alias "D.RaD", colui che ha creato il sound "Alma". Il tragico evento mette in seria discussione la vita dell'intero progetto Almamegretta che decidono però di proseguire considerando questa scelta come un omaggio a Stefano. Il 29 dicembre all'Auditorium Parco della Musica di Roma si tiene un concerto per D.RaD, riassunto poi in un "Istant CD", che vede la partecipazione di molti amici: Ash, Patrizia Di Fiore, Massimo Fantoni, Mario Formisano, Fefo, Greg Ferro, Lucariello, Gianni Mantice, Sergio Messina, Pasquale Minieri, Marco Parente, Raiz, GennaroT, Zaira. Nel 2005 pubblicano il doppio album "Sciuoglie 'e cane live 2004", tratto da una serie di istant CD registrati durante il tour del 2004, che è anche l'ultima testimonianza che documenta il contributo di D.RaD agli Almamegretta. Nel 2006 esce l'album strumentale Dubfellas e nel 2008 Vulgus. Nel 2009 arriva l'Indub Tour con la partecipazione alla voce di Marcello Coleman, ed alla postazione dub Neil Perch degli Zion Train. Nel 2010 nuovo disco "Almamegretta Presents Dubfellas Vol.2". Questo album è un nuovo capitolo del viaggio Almamegretta nell’universo Dub, che mette in primo piano l’approccio sperimentale e di ricerca tipico del Dub e che si avvale della collaborazione di Neil Perch (Zion Train) ed alle voci di Marcello Coleman, Princess Julianna e Raiz.
Almamegretta1Nel 2011 la band riprende la strada per un pugno di concerti che mirano a festeggiare i venti anni trascorsi assieme sui palchi e che provocano talmente grande interesse e richieste da costringere gli Alma ad aumentare il numero di date e a prolungare il tour in Italia e all'estero.
A febbraio 2013 gli Almamegretta partecipano al Festival di Sanremo insieme a Raiz, tornato in pianta stabile nell'organico della band. Propongono due brani: "Onda Che Vai" (scritto da Federico Zampaglione dei Tiromancino) e "Mamma Non Lo Sa" è il brano che arriva in finale. Il 28 - 05 - 2013 esce su Universal "Controra", album che include i brani presentati a Sanremo e si avvale della collaborazione di James Senese, Enzo Gragnaniello e Gaudi, mentre la produzione artistica è affidata a Gigi De Rienzo.
Nel giugno del 2015 esce per Elastica Records il singolo "Not In My Name" con una serie di remix curati da Numa Crew, Antiplastic, Deleted Soul, Paolo Baldini e deDUBbros.
Il 6 maggio 2106 esce "Ennenne" (Sanacore/Goodfellas). Il titolo è preso in prestito dall’acronimo di “Nescio Nomen”, una delle frasi coniate per registrare all’anagrafe chi nasce da genitori ignoti. Il disco contiene dieci canzoni – nove inediti e una versione di “Ciucculatina d’ ’a ferrovia”, vecchio successo di Nino D’Angelo – e riunisce la line-up originaria della band – Gennaro "T" Tesone, Paolo Polcari, Raiz - e una serie di collaborazioni.
Il 12 maggio 2017 esce “Ennenne Dub” (Sanacore/Aldebaran), un album in cui grandi producer come Adrian Sherwood, Dennis Bovell, Gaudi, Vibronics, Lee "Scratch" Perry, Manasseh, Mario Conte, Khalab&Messmorize, Paolo Baldini remixano le tracce di “EnnEnne”. Il disco contiene inoltre due inediti: Pray e Music Evolution.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.