PRATO

Lunedì, 11 Marzo 2019 15:48

Prato, la mostra "Cittadini del mondo, passaggio in India"

Racconto di un viaggio fatto nel novembre scorso

PRATO - È stata inagurata stamani 11 marzo nella sala Enzo Biagi della Provincia di Prato la mostra dell'11a edizione di "Cittadini del mondo - passaggio in India".

Promotori del progetto il dottor Lamberto Scali, psicologo dell’ASL Toscana Centro, in qualità di responsabile, l'educatore e co-fondatore della Polisportiva Aurora Luciano Giusti e le suore di Santa Maria del Rosario di Iolo, con il sostegno della Regione Toscana e del Comune di Prato.

La mostra e il video che raccontano il viaggio fatto nel novembre scorso, sono stati presentati stamani in Palazzo comunale dalla presidente del Consiglio Ilaria Santi, dal presidente della Provincia Francesco Puggelli, dal consigliere regionale Nicola Ciolini, il dottor Lamberto Scali, il dottor Giuseppe Cardamone, direttore Psichiatria della Asl Toscana centro, l'educatore e co-fondatore della Polisportiva Aurora Luciano Giusti e alcuni dei partecipanti tra stidenti e utenti dell'Unità di psichiatria.

"Ci è stato chiesto di entrare nel Settlement-manicomio - ha dichiarato il dottor Lamberto Scali - e di renderlo più rispettoso dei diritti umani. Quest'anno in particolare ci siamo concentrati sulla cucina".

Nel salone consiliare del Comune di Prato alle 17:30 ci sarà la presentazione del video, di 18 minuti, "Raccontami un sogno" di Ivan D'alì. Mentre la mostra fotografica nella sala Enzo Biagi della Provincia di Prato sarà visitabile dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 19.30 fino al 17 marzo.

"Il tema della salute mentale è importante - ha affermato il presidente della Provincia Francesco Puggelli - e bisogna sempre ricordarlo. Riporta al centro del dibattito la salute mentale che è un eccellenza della nostra Asl".

Negli ultimi 11 anni in cui il progetto si è svolto ci sono stati 60 studenti, 50 utenti di psichiatria, 20 volontari e 400 ragazzi delle scuole superiori e inferiori interessati ad esso. In particolare nell'ultima edizione 7 studenti tra il liceo artistico Brunelleschi e l'Università di Firenze ( Facoltà di scienze della formazione), 6 utenti di psichiatria, 2 volontari e 4 operatori Asl. "Questo viaggio sensibilizza i ragazzi alla salute mentale - ha dichiarato la presidente del consiglio Ilaria Santi - infatti molti di loro ci hanno detto di essere tornati diversi, con grandi valori e oltre ad aiutare sono stati anche aiutati".

La Regione Toscana, rappresentata dal consigliere Ciolini, ha sostenuto il progetto con 10mila euro, risorse che si spera di poter reperire anche per la 12a edizione.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.