PRATO

Sabato, 16 Febbraio 2019 00:34

Ruba nell'azienda e rivende a metà prezzo su e-bay

Una forcella rubata pronta alla spedizione. Nella foto sotto: i freni sequestrati nella cantina-magazzino Una forcella rubata pronta alla spedizione. Nella foto sotto: i freni sequestrati nella cantina-magazzino

Smascherato operaio pratese. In cantina 76.000 euro di merce

 PRATO – Ladro 2.0. Rubava in azienda e rivendeva la merce sottratta su e-bay a prezzi ovviamente concorrenziali.

Il proprietario dell'azienda pratese “Formula Sas” si è insospettito quando ha visto in vendita sulla rete forcelle per mountain bike di alta tecnologia. Troppo simili a quelle prodotte dalla sua ditta. E a prezzo praticamente dimezzato. Così ha deciso di acquistarne una di quelle forcelle, con il nome mascherato di un cliente qualsiasi. Quando il corriere gli ha recapitato il pacco si è accorto che si trattava proprio di materiale prodotto nella sua azienda.

Immediata la denuncia e immediate le indagini dei carabinieri, che in meno di 24 ore sono arrivati a incastrare il responsabile.

Si tratta di un 35enne, operaio specializzato della “Formula”, residente a Prato. Nella cantina della sua abitazione sono state trovate e sequestrate 61  forcelle, identiche a quelle denunciate, delle quali 42 “clonate” (con medesimo numero di codice seriale d’una gemella già commercializzata), 95 coppie di freni “t-racing” sempre per “mountain bike” ad alte prestazioni e 242 accessori vari. Il tutto per un valore di mercato dichiarato di oltre 76.000 euro.

L'operaio vendeva le forcelle (prodotto principale del suo “campionario” per appassionati) a 500 euro. Un affare per chi acquistava, perché il prezzo di mercato è esattamente il doppio. Solo fra gennaio e febbraio dalla cantina-magazzino erano partite via corriere per varie parti d'Italia 10 forcelle. L'infedele dipendente venditore si trova agli arresti domiciliari, ma guai seri potrebbero toccare anche agli acquirenti (di cui si stanno ricercando gli indirizzi), perchè rischiano di vedersi contestare il reato di ricettazione o di incauto acquisto.

“Formula s.a.s.” è un’azienda leader nel settore ed esporta i suoi prodotti in tutta Europa. La vicenda rientra nel fenomeno “degli effetti collaterali” del  commercio on line e delle vendite telematiche. Accanto alle regolari piattaforme possono agire infatti anche veri e propri truffatori in grado di creare serie difficoltà alle tradizionali filiere di distribuzione delle merci. (m.d.)

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.