PRATO

Venerdì, 08 Febbraio 2019 15:22

Hiv, nell'area pratese seguiti circa 700 pazienti

Oltre 2mila sieropositivi nei reparti di malattie infettive dell'azienda

PRATO - Le malattie infettive come e più di altre richiedono collaborazione con le altre specialistiche mediche.

Con l’obiettivo di offrire ai cittadini della Asl Toscana centro una rete infettivologica di assistenza che dia uguale opportunità di trattamento in qualsiasi struttura aziendale, si è aperta questa mattina a Prato nella Sala del Pellegrinaio, la III Conferenza Dipartimento Specialistiche Mediche che ha chiamato a raccolta i 640 medici specialisti che operano nell’Azienda. Dei circa 2044 pazienti sieropositivi da Hiv seguiti dai reparti di malattie infettive dell’Azienda, 698 sono nell’area pratese mentre 1.075 sono i pazienti tra Firenze e Empoli e 335 quelli su Pistoia.

“Prato – spiega Massimo di Pietro, direttore della struttura malattie infettive Prato e Pistoia, nonché coordinatore della rete infettivologica dell’Azienda – è una delle eccellenze di questa rete infettivologica. Si tratta di una rete geografica che mette assieme le competenze avanzate delle strutture operanti e condivide le pratiche migliori presenti in ciascuna sede. Le malattie infettive sono trasversali alle altre specialistiche mediche per cui questa rete spesso è di supporto anche agli altri professionisti”.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.