PRATO

Sabato, 19 Gennaio 2019 16:58

Guidava con patente falsa veicolo con targa straniera

Alla donna lituana multe per quasi 6mila euro a Prato

PRATO - Continuano i controlli del reparto Territoriale sul rispetto della nuova normativa relativa agli automobilisti che circolano in Italia con una vettura dotata di targa straniera. Nella tarda serata di lunedì, una pattuglia del Reparto Territoriale, ha fermato un veicolo lituano per verificare il rispetto della nuova normativa che vieta a chi risiede in Italia da oltre 60 giorni, di circolare sul territorio nazionale con veicoli con targa estera.

La conducente del veicolo fermato, una donna di nazionalità lituana, ha dichiarato agli agenti di risiedere in Lituania ed ha esibito la relativa patente del Paese d’origine che, ad una prima analisi, è apparsa, agli agenti, subito falsa. I successivi accertamenti tecnici, hanno, di fatto, evidenziato che il documento esibito era falso. Gli agenti hanno pertanto chiesto alla donna se fosse residente in Italia ma questa ha dichiarato, al fine di sottrarsi alla sanzione prevista, di essere residente in Lituania e di non aver mai stabilito la propria residenza sul territorio italiano. Non potendo sul momento verificare quanto detto dalla donna, gli agenti hanno provveduto a sanzionare la conducente per guida senza patente, per un importo di 5.110 euro, e a porre il veicolo sotto fermo amministrativo.

Nei giorni successivi, gli agenti hanno eseguito ulteriori e più approfonditi accertamenti dai quali è emerso che la donna è, invece, residente nel comune di Campi Bisenzio da ben più di 60 giorni. Gli agenti hanno quindi provveduto ad applicare la sanzione amministrativa di 712 euro ed hanno proceduto al sequestro del veicolo finalizzato alla confisca del mezzo. La donna è stata inoltre denunciata all'Autorità Giudiziaria per aver reso false dichiarazioni ad un pubblico ufficiale sulla propria residenza.

La recente norma cerca di mettere un freno al fenomeno dei residenti in Italia che circolano con auto immatricolate all’estero per evitare di pagare il bollo, la copertura assicurativa e le tasse allo Stato Italiano.

 

 

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.