PRATO

Venerdì, 21 Dicembre 2018 16:15

Il 2019 è l'anno degli investimenti, "Prato riacquista fiducia"

"Nel 2014 una città ferma, oggi ha riscoperto l'orgoglio"

PRATO - "Quello che abbiamo fatto è tanto, ma c'è ancora molto lavoro per i prossimi mesi. Il 2019 si aprirà con molte novità per lo sviluppo di Prato, una Città che guarda avanti per crescere".

Il sindaco Matteo Biffoni con tutta la Giunta hanno incontrato questa mattina i giornalisti per la tradizionale conferenza stampa di fine anno e gli auguri ai giornalisti. Un focus concentrato sui progetti che prenderanno vita nei prossimi mesi, anticipando così un 2019 pieno di novità.

"Nel 2014 abbiamo trovato una città ferma, ripiegata su stessa e forse un po' impaurita. Oggi Prato è una città che sta riacquisendo fiducia, inizia ad attrarre investimenti e ha riscoperto l'orgoglio di ciò che è, una realtà produttiva capace di innovarsi, di crescere, di guardare avanti".

Il 2019 sarà l'anno strategico per l'abbattimento del vecchio ospedale e la nascita del Parco centrale, con l'arrivo dei mezzi nei prossimi giorni, mentre si procederà con il completamento della complanare propedeutica alla cantierizzazione del tunnel al Soccorso.

"Si tratta di interventi complessi ma irriversibili, cambieranno il volto della città. E accanto a questi c'è un intenso lavoro di riqualificazione delle frazioni, del centro storico, investimenti nell'edilizia sportiva e scolastica, oltre a un fortissimo impegno nel sociale".

Molti gli investimenti e gli interventi nel 2019, con un bilancio che non prevede aumenti di tariffe e che permetterà un impegno di riduzione ulteriore della Tari (già abbassata del 2,14% nel 2018) grazie agli ottimi risultati della raccolta differenziata e a un forte contrasto all'evasione che ha permesso il recupero di 751mila euro, portando Prato al terzo posto in Italia in termini assoluti per contrasto all'evasione fiscale.

A parlare sono i dati, a cominciare appunto dal Sociale: nei prossimi mesi saranno assegnati circa 90 alloggi, dei quali 45 già pronti e altri reperiti dal mercato libero.

A partire dal marzo 2019 si arriverà a un superamento delle sistemazioni in affittacamere con la gestione di una struttura di accoglienza per donne con minori a Iolo e alla struttura per padri separati in via Fiorentina.

In fase di partenza anche l'apertura del Centro per le Famiglie, dedicato ai nuclei con figli fino a 18 anni e il Progetto Youngle, un servizio pubblico di ascolto sui social media, gestito da adolescenti con il supporto di psicologi ed esperti di comunicazione per contrastare i fenomeni negativi legati a un uso scorretto dei social.

Sviluppo economico. Il 2019 segna anche il completamento delle Manifatture Digitali Cinema che il prossimo anno ospiteranno la scuola di animazione e cartoons di Enzo D'Alò e l'avvio di nuovi percorsi formativi sui costumi, con un potenziamento dei rapporti con le aziende del distretto per la fornitura di costumi per produzioni tv, cinema e teatro.

Continua in positivo il trend del turismo, con un obiettivo di crescita al 5% per il 2019 (già +3,67 nel 2018).

Dopo la via della lana e della Seta il 2019 segnerà l'inaugurazione della via trekking del Rinascimento, dalle Cascine di Tavola a Vinci sulle orme di Leonardo. A fare da traino allo sviluppo anche il settore enogastronomico, con iniziative di successo come Eat Prato e Winter Eat Prato.

Smart city e agenda digitale. Sono state poste le basi per la realizzazione, a partire già nei primi mesi dell’anno 2019, del “portale del cittadino”, acronimo @Prato, strumento che intende facilitare l’interazione dei cittadini con la PA garantendo maggiore velocità di risposta, trasparenza, proattività da parte dell’Amministrazione e quindi, conseguentemente, una riduzione di tempo speso da parte dei cittadini per adempimenti amministrativi e per il reperimento di informazioni e documenti.

Questo è il primo passo per la realizzazione del nuovo sito del comune che verrà implementato a partire dal prossimo anno. Nel 2019, partendo dall’esperienza degli Smart Living Lab, che hanno fatto emergere il bisogno di condivisione dei progetti di innovazione digitale, promuoveremo servizi negli ambiti della Cultura, della Mobilità e dell’Innovazione Sociale.

Manifattura 5G. Nasce il centro di competenze con Regione Toscana, Comune di Prato e Fondazione Ugo Bordoni. Costituzione di un centro di competenze di carattere regionale con il coinvolgimento del sistema della ricerca e dell’università toscana per progettare e sviluppare soluzioni e prodotti connessi alla tecnologia 5G che potranno essere messi a disposizione delle PMI per sperimentazione e uso e per supportare le imprese nello sviluppo e progettazione di soluzioni prototipali provenienti dalle PMI.

Questo permetterà di diffondere le opportunità di utilizzazione del 5G nel manifatturiero e promuovere sperimentazioni nella filiera di produzione manifatturiera. Ricerca, sperimentazione e sviluppo di ecosistemi di dati per la loro valorizzazione e messa a disposizione in particolare dei soggetti operanti negli ambiti trattati dal progetto. Verrà attiivato il progetto informativo per le imprese tessile moda e meccanica.

Cultura. La Prato Musei diventa una rete museale a tutti gli effetti perché il 2019 sarà l’anno della gestione integrata dei servizi museali di Pecci, Pretorio, Opera del Duomo, Cattedrale, Museo del Tessuto oltre alle informazioni e front office per infoturistiche.

Sul fronte degli interventi il Museo di Palazzo Pretorio avrà un nuovo ingresso, come da progetto originario di Gae Aulenti, in faccia alla fontana del Bacchino di Ferdinando Tacca, mentre il Palazzo della Musica, palazzo Martini, avrà un cortile interno tutto nuovo per gli 800 alunni, per i 150 coristi del Coro e per la Camerata.

Infine, a Officina Giovani saranno inaugurate le nuove residenze d'artista. Il Settembre compie un lustro, cinque anni di Settembre – Prato è spettacolo – con una proposta sempre più accattivante.

Edilizia scolastica e sportiva. Oltre 9milioni di lavori sulle scuole nel 2019

Mobilità. Il 2019 sarà ancora un anno di lavori per le strade, con la realizzazione della nuova viabilità a Maliseti, la realizzazione della companari Nenni, abbattimento di barriere architettoni che molti interventi di messa in sicurezza. Lavori per un totale di circa 6 milioni di euro per abbattere l'incidentalità e rendere la città più vivibile, promuovendo anche una mobilità dolce.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.